452

Per molti anni abbiamo assistito ad uno scenario del mercato del fitness orientato alla vendita di abbonamenti a lungo termine, per lo più annuali, dove in molti casi i clienti non arrivano al sesto mese di frequenza con il risultato di una scarsa fidelizzazione, e di dover ricorrere a mezzi sempre più impegnativi per prevenire il tasso di abbandono.

Evidentemente ogni realtà lavora con differenti metodiche, ma sta di fatto che la fidelizzazione del cliente sul lungo termine rimane sempre l’obiettivo primario di un centro fitness.

Sono stato recentemente a Londra per Elevate, ho fatto un giro di alcuni club tra i quali Fitness first, Xercise4less, Pure gym, per citarne alcuni, e ho notato che l’abbonamento tradizionale non viene più proposto bensì sostituito da una sorta di offerta legata all’utilizzo della struttura.

Xercise 4 Less

Pay as you go, no frills, pacchetti da 10 sterline al mese… Dove da noi pagare 50 euro al mese è ormai una tariffa consolidata, in Gran Bretagna si sta diffondendo questa tipologia di offerta che sta appiattendo le tariffe, quasi una sorta di cartello dei prezzi che si equivalgono dappertutto.

La modalità operativa per agganciare i clienti passa sempre da internet. Ad esempio Fitness first regala un free pass valido tre giorni se ti registri sul loro sito. Registrandosi al portale movegb si ha la possibilità per 14 giorni di utilizzare 5 free pass per differenti centri, tra cui Virgin Active e Pure gym. Anche Anytime fitness, attraverso la registrazione sul sito, offre tre giorni di free pass da utilizzare entro due settimane.

Formule pay per use al posto dell’abbonamento

Esiste poi una specie di broker delle palestre, PayAsUGym, un portale che offre in più di 2000 centri tariffe pay per use scontate del 10%, impostando la ricerca in base alla geolocalizzazione.

Quindi o utilizzi queste forme di offerte giornaliere, che senza alcun obbligo di contratto ti permettono di variare, anche su diverse tipologie di centri, pagando una tariffa molto bassa, oppure con una fee che si aggira intorno alle 20 sterline puoi frequentare tutto il mese, pagando tra le 10 e le 20 sterline mensili.

Questo scenario da noi è in fase di evoluzione e diversi brand stanno proponendo soluzioni simili o attraverso portali quali gympass o fitprime.

La stessa Virgin Active ha annunciato sul Sole 24 ore di voler introdurre questa formula in centri più piccoli, che aprirà prossimamente. Quindi attenzione perché i nuovi target, Millennials e generazioni z saranno sempre più attirati da queste soluzioni e il caro vecchio abbonamento annuale rischia di andare in soffitta… ma poi la fidelizzazione ci guadagnerà???

Marco Magnani
@bewellnessblog

Commenta con Facebook

Commenti