Animal Flow_Mike Fitch Scorpion Australia

Con Animal Flow liberi l’istinto animale

Abbiamo raggiunto Agostino Celia, Animal Flow Master Instructor, per farci raccontare le peculiarità di Animal Flow, disciplina approdata da pochi mesi anche in Italia


Ideato da
Mike Fitch, sportivo dall’indole visionaria con 18 anni di fitness attivo alle spalle, Animal Flow è un nuovo modo di allenarsi, quasi tribale e “selvaggio”, che implica esclusivamente l’uso del proprio corpo. Un programma non convenzionale, intenso, divertente, che si rifà ai movimenti degli animali e promette risultati in termini di mobilità, flessibilità, forza e resistenza. 

Intervista ad Agostino Celia,
Animal Flow Master Instructor

Agostino Celia

Qual è l’essenza di Animal Flow?

Con Animal Flow puoi riconnetterti con il tuo corpo: questa pratica coinvolge tutti i muscoli in modo trasversale, combinando elementi di diverse discipline a corpo libero. Un aspetto che apprezzo molto dell’Animal Flow è l’estrema versatilità degli elementi che lo compongono: possono essere usati tutti insieme per realizzare un training completo, oppure in maniera indipendente per supportare altri tipi di allenamento. In ogni situazione Animal Flow potrà essere sfruttato per migliorare mobilità, resistenza, potenza.

Che ruolo ha la musica?

La disciplina dell’Animal Flow nasce slegata dalla musica: i flow vengono composti ed eseguiti senza un vero e proprio riferimento al sottofondo ritmico. Approcciandomi alla disciplina ho però subito percepito la musicalità dei movimenti e delle sequenze, ed è mia intenzione approfondire questo aspetto per legare di più i due mondi: penso che potrebbe persino rendere più semplice e intuitivo l’apprendimento dei flow.

L’Italia sta accogliendo bene la novità?

Animal flow è un’evoluzione del trend che negli ultimi anni ha spostato radicalmente l’attenzione sull’allenamento funzionale e su tutti gli aspetti relativi al movimento. L’investimento iniziale per il gestore di palestra è minimo, in quanto non si utilizzano attrezzi, ma alla base di tutto c’è la formazione dell’istruttore, che con studio e pratica costanti garantisce allenamenti di elevata qualità. Nella mia esperienza ho visto molto entusiasmo nei nuovi studenti, che beneficiano fin da subito degli effetti e progrediscono rapidamente.

Quali sono i maggiori benefici di Animal Flow?

Il concetto chiave a mio parere è la pratica abituale. Affrontare Animal Flow come una disciplina, che richiede dedizione e allenamento costante, porta all’esecuzione di movimenti sempre più fluidi ed efficaci che migliorano mobilità, flessibilità, stabilità, potenza, resistenza, abilità e sviluppo neuromuscolare.
Un aspetto che non viene sottovalutato nell’insegnamento dell’Animal Flow è il divertimento: la varietà di movimenti con un livello di difficoltà man mano crescente permetterà a tutti di trovare la pratica divertente, soddisfacente e stimolante.

Qual è il percorso di formazione per diventare trainer?

Passione e curiosità mi hanno portato a fare il primo passo per diventare istruttore certificato Animal Flow, che consiste nella partecipazione al workshop di primo livello articolato su due giorni di lezione. Da quando ho scoperto Animal Flow ne ho sperimentato in prima persona gli effetti e sono entusiasta di poter partecipare alla sua diffusione!

Per info o iscrizioni scrivi a: info@animalflow.it

Da ricordare: Il Prossimo corso di formazione aperto a tutti i Trainer italiani si terrà il 17-18 marzo a Roma

Facebook Comments

In this article