BOX JUMP salti performanti

0

BOX JUMP salti performanti

Un esercizio di semplice esecuzione ma di grande beneficio, molto usato durante gli allenamenti di Crossfit


Il Box Jump è un esercizio ottimale per lo sviluppo della forza esplosiva e della potenza delle gambe, ma anche di glutei e addominali. L’esercizio consiste nel saltare sopra un box, uno scalino o uno step. La minore o maggiore difficoltà dipende dall’altezza del box che farà la differenza durante l’allenamento. Trattandosi di un esercizio ad alto impatto, è utile anche per incrementare la densità ossea e migliorare il proprio fitness cardiovascolare.
È di semplice esecuzione, ma richiede alcuni accorgimenti importanti e si consiglia di procedere quindi gradualmente, utilizzando prima box più bassi per familiarizzare e perfezionare il movimento, e passare poi a box più elevati.
Nell’ambito CrossFit il box jump è un esercizio tra i fondamentali durante gli allenamenti .

Modalità di esecuzione
– Mettersi in posizione eretta di fronte ad un box.
– Tenere le gambe leggermente divaricate, i piedi a larghezza dei fianchi e ginocchia in linea con le caviglie e i piedi.
– Piegare leggermente le ginocchia e i fianchi e portare le braccia sui fianchi.
– Tenere la schiena dritta e lo sguardo avanti.
– Darsi una spinta oscillando le braccia ed effettuare un salto in alto e in avanti verso il box.
– Atterrare sul box con entrambi i piedi contemporaneamente, flettendo fianchi, ginocchia e caviglie.
– Scendere dal box o facendo un passo indietro o effettuando un altro salto indietro.

Le variazioni del Box Jump sono le seguenti:
– Step Up / Step Down: in questo caso si sale e si scende una gamba alla volta dal box normalmente, senza effettuare alcun tipo di salto;
– Jump Up / Step Down: in questo caso si salta sul box per poi scendere dallo stesso una gamba alla volta senza saltare.
– Jump Up / Jump Down: in questo caso si salta sia per salire sul box che per scendere dallo stesso.

Ovviamente, a seconda della tipologia di Box Jump che si sceglie di fare, diminuirà il tempo impiegato nel farlo e quindi nel completare l’esercizio. Nel Crossfit infatti l’obiettivo è quello di completare i WOD nel minor tempo possibile.

Cosa si migliora facendo Box Jump?
Con questo esercizio andiamo a sviluppare la forza esplosiva e quindi a generare potenza negli arti inferiori. Ma si parla anche di un concetto fondamentale che è la pliometria, un metodo di allenamento utilizzato in ambito di preparazione sportiva teso allo sviluppo della forza, specie di quella esplosiva, reattiva ed esplosivo-elastico-riflessa, cioè la capacità di passare rapidamente da un regime di contrazione eccentrico ad uno concentrico attraverso lo sfruttamento del ciclo stiramento-accorciamento CSA o stretch-shortening-cycle SSC. La forza esplosiva non è altro che la capacità di sprigionare più forza possibile nel minor tempo utile.

Consigli utili
Quello che consiglio di fare è praticare molte volte la tecnica di salto corretta in modo da assimilarla senza errori che potrebbero rallentare il nostro allenamento. Una componente molto importantedell’allenamento del salto verticale è sicuramente il potenziamento del Core.
Il Core è il nucleo centrale del nostro corpo e insieme all’articolazione coxo-femorale e al complesso scapolo-omerale formano il complesso Hip-Core-Scapula che, dando stabilità al corpo, permettono agli arti inferiori e superiori di generare più forza.
Inoltre sono molto importanti le fasi del warm up e del cool down dove consiglio per la parte di riscaldamento dei movimenti che permettano di preparare al meglio tutti i muscoli coinvolti nell’esecuzione del salto, e nella parte di defaticamento esercizi di stretching e il release miofasciale che permettano di ripristinare la mobilità e flessibilità dei muscoli e delle articolazioni coinvolte.

Vanessa Ferrari

———————————————————————————-

INTERVISTA A CLAUDIO PARASKIV DELL’AZIENDA LACERTOSUS


Quando nasce Lacertosus e perché?
Lacertosus nasce nel 2007 da una semplice idea che avevo fin dal 2004/05: offrire alle persone attrezzi innovativi e altamente funzionali perl’allenamento fisico. Volevo creare e introdurre sul mercato un prodotto in grado di soddisfare le esigenze del pubblico; oggi posso affermare che ciò è stato reso possibile anche grazie ai nostri collaboratori, che condividono i nostri principi: innovazione, qualità e massima efficienza.
Lacertosus è stata la prima azienda italiana a dedicarsi fin dall’inizio all’allenamento funzionale, mantenendo invariata nel tempo la propria filosofia di lavoro. Ritengo che questo sia anche il nostro punto di forza: specializzarsi su una nicchia di mercato e perfezionare il servizio e la qualità del proprio brand.

Come si posiziona oggi nel mercato italiano?
Oggi siamo l’azienda con la maggior copertura sul territorio per quando riguarda il settore funzionale e crossfit.

Quali obiettivi si prefigge per il 2016?
Posso anticipare fin da subito che il 2016 sarà un anno molto movimentato in quanto prevediamo una forte espansione sul territorio europeo e l’introduzione del marchio sul territorio statunitense. Nel mese di gennaio 2016 presenteremo un grande progetto sul quale stiamo lavorando dal mese di luglio 2014, un anteprima mondiale per quanto riguarda il nostro segmento merceologico.