116

I vostri clienti accusano disagi dovuti alla malocclusione dentale? Avete un dubbio di natura posturale o riabilitativa? Chiedete un parere al Dottor Mura, Specialista in Odontostomatologia, e troverete la risposta nel prossimo numero della rivista. Inviate le vostre domande a: mura@lapalestra.net

Buongiorno Dott. Mura,
ho letto il suo articolo sul bite e vorrei avere il suo parere. Io ho un bite fatto dal mio dentista circa un anno e mezzo fa. Appena fatto sono stata un paio di volte (nelle prime settimane) a farlo controllare e sistemare dopodiché non sono più andata ai controlli perché mi sono trasferita per lavoro in un’altra città. Ora mi domando: è meglio metterlo la notte oppure no? In quale caso faccio più “danni”?!? (Simona R.)
Penso che dovrebbe far controllare il suo bite da un collega esperto in Gnatologia, che valuti se sia sufficiente riequilibrarlo o debba essere rifatto. Le sconsiglio di portarlo se quando lo inserisce non riesce a posizionarlo correttamente.

Gentile Dott. Mura,
sono una personal trainer e lavoro a Bologna. Ho letto con grande interesse il suo articolo pubblicato sulla rivista La Palestra e avrei una domanda. Mi sono capitati dei clienti da dover allenare con protesi dentarie o impianti (anziani ma anche giovani post incidente) e ho avuto diversi dubbi e scrupoli nel fargli svolgere determinati esercizi soprattutto di forza esplosiva. Quali accortezze devo avere? Ci sono movimenti o sforzi da evitare?
Grazie mille, (Barbara L.)
Tutti i portatori di protesi mobili totali o parziali dovrebbero evitare il sollevamento di pesi eccessivi, o esercizi di forza esplosiva che potrebbero destabilizzare la corretta posizione della protesi nel cavo orale. Le persone con protesi fisse sia su denti naturali che su impianti, con occlusione correttamente bilanciata, possono svolgere ogni tipo allenamento sempre, beninteso, inserendo un bite gnatologico personalizzato che protegga l’occlusione.

Commenta con Facebook

Commenti