emorroidi e caldo

Emorroidi, tra caldo e sforzi

Quando arriva il primo grande caldo, sento molti amici e conoscenti, sportivi e non solo, lamentarsi per le sopravvenute e fastidiosissime emorroidi. Il caldo è un vasodilatatore e può provocare questo fastidio che potrebbe accompagnarsi anche a qualche episodio di stitichezza. Aggiungiamo, poi, che con il caldo eccessivo, inoltre, gli sforzi delle faccende quotidiane e dell’attività fisica ci portano ad affannarci e a sudare in abbondanza.

Anche in questo caso Madre Natura ci viene in soccorso con degli ottimi rimedi naturali:

  • puro succo 100% di aloe vera biologica italiana e senza aloina per disinfiammare l’apparato gastro-intestinale:
  • 1 misurino da 20 ml prima di ogni pasto (se volete in ogni misurino mettere aggiungere una puntina di zenzero in polvere ed una puntina di curcuma sempre in polvere);

Mi raccomando: una volta aperta, la bottiglia si conserva in frigo.

  • 1 scaglietta di liquirizia spezzatina purissima dopo ogni pasto
  • puro succo di mirtillo nero biologico non da concentrato senza acqua e senza zuccheri
    (1 cucchiaio in un bicchiere d’acqua due-tre volte al giorno)

Se aveste difficoltà a reperirlo potete richiederlo anche sotto forma di compresse da assumere nel dosaggio di 1000/1500 mg al giorno (controllate la concentrazione delle compresse che varia da ditta a ditta). Serve a migliorare il microcircolo e a rinforzare le pareti dei capillari.

In caso di stitichezza ostinata:

  • 1-2 cucchiaini di drimo (viene chiamato anche té midro o erbe svizzere) in un bicchiere di acqua a temperatura ambiente: girare con un cucchiaino velocemente e bere acqua ed erbette, insieme;

In alternativa:

  • 25- 30 grammi di manna di tipo frassino cannolo naturale sciolti in 1 bicchiere di latte caldo o altra bevanda calda.

Potete anche preparare facilmente un Gel lenitivo per uso locale:

  • 100 g di gel di aloe pura al 100% biologico

A cui aggiungerete:

  • 30 gg di olio di germe di grano purissimo pressato a freddo (elasticizzante dei tessuti)
  • 3 gg di olio essenziale di limone (stimola la circolazione linfatica)
  • 3 gg di olio essenziale di menta (azione rinfrescante ed antipruriginosa)
  • 3 gg di olio essenziale di cipresso (azione antinfiammatoria ed astringente)
  • 3 gg di olio essenziale di chiodi di garofano (azione anestetizzante)

Applicare due tre volte al giorno sulla zona interessata dopo averla detersa e asciugata per bene. Importantissimo in questi casi è anche seguire un’alimentazione corretta: bevendo molta acqua, aumentando l’apporto di fibre ed evitando alcool, cibi piccanti, bibite gassate, formaggi fermentati e fritture per qualche giorno.

“Addio al mare, io sono povera goccia… Aspetto il sole, domani, per salire fumo al cielo…” (Vasco Giovanni: è mio padre 🙂

 

 

A cura di Adalgisa Vasco dell’Erboristeria Bionatura di Gioia del Colle, in provincia di Bari.

Le informazioni riportate nell’articolo hanno esclusivamente scopo informativo e non hanno in alcun modo né la pretesa né l’obiettivo di sostituire il parere del medico che deve in ogni caso essere contattato per la formulazione individuale di una diagnosi o l’indicazione di un eventuale corretto programma terapeutico e/o dietetico e/o di allenamento e/o di integrazione alimentare.

Commenta con Facebook

Commenti

In this article