Il boom delle fasce elastiche per polpacci

Perché le fasce a compressione venosa-muscolare per i polpacci si stanno diffondendo anche tra i “semplici” frequentatori di palestre? Qual è la loro utilità per un utente di fitness?

L’idea per questo articolo ci è venuta nel corso dell’ultima edizione di RiminiWellness. Girando fra gli stand, e mescolandoci con i visitatori della fiera, abbiamo notato un proliferare di “polpacci colorati” e gambe avvolte da fasce elastiche. Tutto questo fiorire di calze speciali, indossate da uomini e donne, in movimento e a riposo, ci ha fatto venir voglia di saperne di più: quanto sono diffuse fra gli sportivi? Qual è il loro miglior impiego? Quali sono le problematiche che risolvono? Perchè sono così diffuse nel running e nel crossfit?
Le interviste che trovate di seguito rappresentano la risposta ai nostri dubbi. A chiarirci le idee su questi prodotti che stanno prendendo sempre più piede anche nelle palestre sono Manuela Corona, direttore commerciale dell’azienda BV Sport ed Enrico Olivieri, trainer ideatore di Strike Zone.

In quali casi viene consigliato a uno sportivo di indossare delle fasce a compressione venosa-muscolare per i polpacci?

Risponde Manuela Corona, direttore commerciale di BV Sport: Laddove si pratichi dell’attività sportiva che implichi il movimento del piede e della gamba, il prodotto Booster di BV Sport è sempre consigliato. Anche se il prodotto viene spesso utilizzato da sportivi che soffrono di problematiche particolari (ad esempio i crampi al polpaccio), esso nasce in realtà proprio per cercare di evitare l’insorgere di “malesseri” che affliggono molto spesso gli sportivi.

Risponde Enrico Olivieri, trainer ideatore di Strike Zone: Le calze a compressione sono indicate per tutti coloro che praticano attività sportiva. Per le attività di lunga durata, grazie alla componente elastica che esercita compressioni specifiche nelle zone della gamba, facilitano la contrazione muscolare e incrementano la capacità del ritorno venoso, riuscendo così ad avere un miglioramento nella performance dato dalla riduzione di affaticamento degli arti inferiori, con un’ottimizzazione anche dei tempi di recupero post allenamento. Per le attività di bassa/media durata ed esplosive (come allenamenti con sovraccarichi focalizzati sugli arti inferiori), grazie anche qui alla componente elastica a compressione graduale, intervengono nel controllo di contratture muscolari e incrementano la capacità di recupero, potendo così esprimere una ottimale performance nei vari tipi di allenamenti ad interval training.

calze compressive

Quali sono le caratteristiche principali delle fasce da voi distribuite (caratteristiche tecniche, materiali ecc.)?
Risponde Manuela Corona:
Il nostro BOOSTER Elite è un vero concentrato di innovazioni raggruppate in soli 25 grammi di tessuto con filati di ceramica NEX GEN che favoriscono, questi ultimi, il ritorno venoso e migliorano la termoregolazione. Il gambale prodotto da BV Sport migliora il ritorno venoso e favorisce l’ossigenazione muscolare tendinea, ottimizzando la performance. BV Sport è l’unica ad applicare una contenzione inversa che concentra le massime pressioni a livello dei polpacci.

Risponde Enrico Olivieri: La principale caratteristica delle calze compressive della COMPRESSPORT® è quella dell’elevata tecnologia dei tessuti utilizzati e la percentuale di compressione nelle zone specifiche della gamba.  I tessuti utilizzati e la tipologia di compressione danno un ottimo confort conferendo leggerezza, vestibilità e controllo della temperatura corporea, diventando una seconda pelle capace di aumentare il potenziale di performance nel rendimento nell’allenamento e nella prestazione atletica.

Perché proprio i polpacci richiedono l’applicazione di queste fasce?

Risponde Manuela Corona: Perché il polpaccio si comporta come una vera e propria “spugna” vascolare e muscolare che trattiene le tossine (acido lattico, radicali liberi, CO2) accumulatesi durante l’attività sportiva che sono causa di stanchezza, lesioni muscolari, crampi. L’effetto contenzione compressione BV Sport adattata al POLPACCIO consente l’eliminazione rapida del sangue venoso male ossigenato andando ad ottimizzare il rendimento muscolare e vascolare del polpaccio.

Risponde Enrico Olivieri: Il polpaccio è la parte del corpo dove vengono maggiormente utilizzati i compressori perché può essere definita come la “pompa naturale” che il corpo utilizza attraverso il movimento per il ritorno venoso dei liquidi e la prima catena muscolare che trasmette l’azione della gamba sul terreno e viceversa. Risulta quindi intuitivo che il polpaccio sia la chiave per un buon allenamento e per le performance dove le gambe vengono impegnate.

Quali sono le differenze tecniche e di uso fra le fasce da indossare PRIMA – DURANTE – O DOPO lo sforzo fisico?

Risponde Manuela Corona: Le calze da indossare PRIMA, ovvero il modello Confort, sono studiate per il benessere dello sportivo ed evitano che lo stesso arrivi, ad esempio, con una gamba affaticata ad una competizione. Sono studiate per essere indossate anche nell’arco della giornata o durante i viaggi. La calza modello BOOSTER, da indossare sempre e solo durante l’attività sportiva, evita l’accumulo di sangue venoso a livello del polpaccio aiutando a non far insorgere problematiche sconvenienti nell’ambito dell’attività sportiva. La calza modello PRORECUP ELITE dovrà invece essere indossata nelle due ore successive allo sport svolto. Le pressioni applicate aiuteranno le fibre muscolari, i tendini ed i legamenti ad essere alimentati rapidamente di sangue ossigenato, permettendo così un recupero immediato che permetterà all’atleta di affrontare, in eccellenti condizioni, i successivi allenamenti e/o competizioni.

Risponde Enrico Olivieri: La differenza tra le fasce da pre-allenamento, performance e recupero sta nella percentuale di compressione e la tipologia di tessuto utilizzato. Nella fase pre-allenamento si utilizzano con lo scopo di accelerare il riscaldamento muscolare riducendo i rischi d’infortunio. Riescono a ridurre del 33% le vibrazioni muscolari. Nella performance si usano per avere un maggior ritorno venoso ed incrementare l’ossigenazione dei muscoli con una sensazione di freschezza degli arti. Riducono i danni muscolari ed i rischi di infortunio, prevengono l’affaticamento muscolare e stress ai tendini, riducono le infiammazioni e migliorano i tempi di recupero. Nel recupero facilitano, accelerano il recupero con la rapida eliminazione delle tossine e l’incremento dell’ossigenazione muscolare.  I prodotti COMPRESSPORT® sono stati studiati per dare ancora di più con, ad esempio, gocce di silicone presenti nella zona del tendine d’achille per dissipare le grandi tensioni/vibrazioni che subisce questo tendine, fino ad oli essenziali che il tessuto rilascia per nutrire la pelle (nelle attività sportive di lunga durata un normale tessuto può infiammare la cute che riveste creando problemi nella performance).

calzettoni crossfit

Quanto tempo vanno indossate queste fasce e con che frequenza?

Risponde Manuela Corona: BOOSTER va sempre indossato durante l’attività sportiva a lungo, medio o breve termine.  Deve accompagnare l’atleta durante lo sport come un suo perfetto alleato anche durante gli allenamenti.

Risponde Enrico Olivieri: Le normali calze compressive possono essere indossate per il tempo della prestazione o allenamento, mentre i prodotti COMPRESSPORT®, con la loro tecnologia, essendo progettate per performance negli IRON-MAN, CICLISMO, TRIATHLON e TRAIL RUNNING, risultano quindi ideali per essere indossate anche per lungo tempo senza problemi.

Ci sono eventuali controindicazioni?

Risponde Manuela Corona: Non ci sono controindicazioni particolari ma se l’atleta soffre di patologie vascolari è buona cosa che consulti il suo specialista mostrando le caratteristiche del nostro prodotto prima di indossarlo.

Risponde Enrico Olivieri: Le uniche controindicazioni possono essere quelle imposte dal medico per casi specifici.

In base alla sua esperienza, quanto è diffuso l’uso delle fasce a compressione venosa-muscolare per i polpacci in Italia?

Risponde Manuela Corona: La compressione inizia ad essere conosciuta anche in Italia anche se molto meno rispetto ad altri paesi europei tipo la Francia. Il vero problema è che, quando un prodotto inizia ad attirare l’attenzione del pubblico, molto spesso, appaiono sul mercato molteplici prodotti similari che si discostano notevolmente dalle caratteristiche principali del prodotto.  BV Sport dispone di un brevetto attraverso il quale applica pressioni maggiori al polpaccio rispetto alla caviglia e si tratta di una contenzione studiata appositamente per lo sportivo. Una tecnica di fabbricazione specifica per una calza adatta allo sforzo che associa alle qualità tessili i riconoscimenti scientifici medicali.

Risponde Enrico Olivieri: Io sono ormai 3 anni che utilizzo i compressori sia in allenamento che durante le performance atletiche. In Italia sempre più atleti e sportivi utilizzano le fasce compressive, tendenza cominciata nello sport e ora in diffusione anche nel fitness. È una cultura che si sta diffondendo grazie ai risultati di performance ottenute dagli atleti che ne fanno uso e dei risultati di ottimizzazione dell’allenamento ottenuti dagli sportivi.

Intervista a cura di Francesca Tamberlani

Commenta con Facebook

Commenti