Due modi di vedere e vivere l’attività fisica si stanno delineando sempre più marcatamente. Da una parte abbiamo gli sportivi super tecnologici che hanno un dispositivo per monitorare ogni...

Due modi di vedere e vivere l’attività fisica si stanno delineando sempre più marcatamente. Da una parte abbiamo gli sportivi super tecnologici che hanno un dispositivo per monitorare ogni passo, ogni battito, ogni caloria ingerita, ogni progresso o insuccesso dell’allenamento. Archiviano i report settimanali per poi confrontarli con trainer e colleghi di workout, hanno un invidiabile bagaglio di conoscenze tecniche e vanno alla ricerca di risultati sempre più performanti. Dall’altra parte abbiamo invece un crescente numero di sportivi che vuole mettersi in gioco per divertirsi, per superare i propri limiti psico-fisici, per far parte di una community e provare emozioni forti durante l’allenamento, senza curarsi troppo della quantità di chili sollevati o dei chilometri percorsi o addirittura della percentuale di massa grassa o magra del proprio corpo. Come ci spiega meglio nel suo articolo Claudio Lombardo, per dare motivazione alle nostre giornate non basta l’allenamento migliore, ma il miglior allenamento in base alle nostre predisposizioni. Qualunque sia la vostra predisposizione (o quella dei vostri clienti), il mercato del fitness propone un’offerta ampia e variegata di servizi e prodotti capaci di adattarsi alle esigenze e aspettative di ognuno. E in questo numero della rivista ne andiamo ad esplorare alcuni, come l’allenamento con la clava, meglio conosciuta col nome di clubbel, di cui ci parla Nicola Andreini, e l’innovativo approccio DEA fitness di Debora Maida, che coniuga l’impiego del palo, diversi principi dell’aerobica e della tonificazione. Nella rubrica dedicata all’Alimentazione, Marco Neri si sofferma sulle inaspettate virtù della pizza, interpellando un noto pizzaiolo e cultore del fitness; Claudio Tozzi invece ci parla del primo negozio in Italia dedicato alla dieta paleolitica, di cui lui rappresenta uno dei massimi esponenti del nostro Paese. Di natura gestionale è l’interessante contributo di Elisabetta Pea che ci offre un approfondimento sulle parole obiettivo e motivazione, molto usate al giorno d’oggi ma poco comprese nel loro vero significato. Non perdete inoltre l’appuntamento con la nuova rubrica che si occupa della manutenzione degli attrezzi a cura di Glauco Grassi, che ci regala utili consigli per dare lunga vita alle attrezzature in palestra.

Non mi rimane che darvi appuntamento a RiminiWellness, dal 2 al 5 giugno, stand LA PALESTRA, hall sud… vi aspettiamo come ogni anno e buona lettura!

EDITORIALE LA PALESTRA N 64

la-palestra-64

Commenta con Facebook

Commenti