463

Ecco una tipologia di allenamento che sviluppa in un unico gesto mobilità, flessibilità e forza funzionale Dopo anni di ricerche, sperimentazioni e virtuosismi, il mondo del Fitness ha sviluppato...

Ecco una tipologia di allenamento che sviluppa in un unico gesto mobilità, flessibilità e forza funzionale

Dopo anni di ricerche, sperimentazioni e virtuosismi, il mondo del Fitness ha sviluppato quel giusto senso di consapevolezza legato non solo al movimento fine a se stesso ma, visto in senso più globale, stimolato dall’esigenza di considerare l’uomo nel suo insieme, come un sistema complesso ed integrato dove il corpo non può prescindere dall’equilibrio della mente. È anche per questo motivo che da tempo si è tornati ad allenamenti che stimolino e sviluppino le capacità propriocettive, perché sappiamo che allenare l’equilibrio posturale è una delle strade per allenare anche l’equilibrio della mente. L’unità psico-somatica dell’uomo spiega continuamente le anomalie fisiche, dalle più semplici alle più complesse. Ogni adattamento consolidato nel tempo porterà a risposte psichiche che si tradurranno in atteggiamenti, così come i complessi psichici influenzano costantemente la morfologia. È questa consapevolezza che ci sta portando a concepire il movimento nella sua forma più vera e naturale, perché è nel movimento il segreto di ogni nostro pensare.
Ma vediamo in modo pratico come avviene tutto ciò e perché Flowin Fritction Training può essere la chiave di questo argomentare.
Parliamo di Flowin ed entriamo subito nella sfera degli “allenamenti funzionali” o del “functional training”, come ci piace chiamarlo. Certamente quando pensiamo alla parola “funzionale” ci viene subito in mente quell’ondata di novità che ha prepotentemente fatto ingresso nel mondo del fitness in questi ultimi anni, senza lasciarci nemmeno il tempo di riflettere su quanto stesse accadendo. Abbiamo già detto che l’allenamento funzionale non è certo una moda del momento ma una necessaria evoluzione del nostro proporre attività fisica nelle palestre. Una naturale evoluzione dall’utilizzo della comoda postazione isotonica certamente funzionale alla stimolazione del singolo muscolo o singoli segmenti in una traiettoria di movimento non sempre fisiologica, alla riscoperta del nostro corpo, delle sue basilari esigenze e al recupero delle capacità motorie e cognitive:

lottare contro la gravità

opporsi alle forze esterne

situarci nello spazio-tempo che ci circonda

permettere l’equilibrio nel movimento guidandolo e rinforzandolo.

L’equilibrio della stazione eretta è il tipico esempio di come tutti i meccanismi propriocettivi siano coinvolti. I tre piani cinematici tradizionalmente concepiti diventano il punto di partenza che ci conducono ai concetti di funzione e posizione, perché è la posizione che fa riferimento allo spazio nel quale ci muoviamo, ed è quello spazio che il nostro corpo, i nostri muscoli e la nostra psiche devono saper gestire. Così la mente prende coscienza ed è più presente; il “qui ed ora” diventa un concetto più familiare e concreto. Il modo migliore per esprimere questa perfezione è attraverso il linguaggio del corpo, così il functional training ci permette di recuperare la capacità di dialogare con esso. Ecco dunque che la parola “funzionale” assume un aspetto più profondo, estendendosi ai significati di finalità, di adattabilità. Nello sport, come nel fitness, per funzionalità si intende la capacità del corpo di mantenere inalterate le capacità coordinative e condizionali. Dobbiamo dunque prendere in esame i concetti di mobilità (dinamica e statica), flessibilità (dinamica e statica), forza.

I vantaggi del Flowing Friction Training
Il Flowin Friction Training attraverso la sua Plate in pvc e le semplici ma ingegnose Pads rivestite in feltro consente di sviluppare in un unico gesto mobilità, flessibilità, forza funzionale. Come? Richiedendo costantemente un controllo motorio che innesca un automatico compromesso tra attivazione muscolare ed equilibrio. Il dialogo incessante tra muscoli dinamici e muscoli stabilizzatori, tra muscoli agonisti ed antagonisti, rende l’allenamento sul Flowin funzionale al miglioramento di mobilità, flessibilità e forza. I fattori nervosi legati alla forza riguardano il modo in cui vengono reclutate le fibre muscolari, la capacità o meno di sincronizzare le unità motorie e di migliorare la coordinazione intermuscolare. Il meccanismo di co-azione muscolare ci costringe dunque ad abbandonare, almeno in questo caso, l’attenzione sul concetto di agonismo/antagonismo, lasciando il passo a concetti quali equilibrio, sincronizzazione, coordinazione.

Sappiamo tutti, in modo più o meno consapevole, che la parola bellezza è indissolubilmente legata a concetti quali proporzione, equilibrio, simmetria. Credo dunque che oltre che rendere divertenti i nostri allenamenti e quelli dei nostri allievi, noi tecnici abbiamo un compito importante: quello di ricreare l’armonia (e per armonia non intendo solo quella corporea) lì dove è stata persa. Se ancora non avete idea di come iniziare la nuova stagione 2012/2013, ecco a voi il mio suggerimento:

Flowing Friction Training, e metà del lavoro è già fatto!

Manuela Zingone

Un allenamento mirato

Partendo dai concetti di PROPORZIONE, EQUILIBRIO, SIMMETRIA, mi viene voglia di proporvi un WORKOUT che vi permetterà in poco tempo di trovare l’ARMONIA tanto ricercata. Vi suggerisco alcuni esercizi da fare in sequenza, come fosse un circuito a stazioni, utilizzando in questo caso, ovviamente, lo stesso strumento: il solo FLOWIN!

L’obiettivo di questo allenamento sarà quello di migliorare in pochi gesti mobilità, flessibilità e forza.

WORKOUT (la durata di tale proposta sarà di 20’ circa)

Partendo dalla stazione eretta:

Piede destro sulla Plate

– Lunges per dietro

– Contraffondo laterale

Entrambi i piedi sulla Plate

– Plancia con tenute isometriche alternate a:

– Piegamento sulle braccia

– Friction Crunch

Tornando in stazione eretta, cambio piede d’appoggio e ripeto la sequenza con il sinistro

– Lunges per dietro

– Contraffondo laterale

Entrambi i piedi sulla Plate

– Plancia con tenute isometriche alternate a:

– Friction Crunch

– Friction Pike

Per ogni esercizio 15 ripetizioni

Riprendere gli esercizi ed eseguirli in sequenza passando per la stazione eretta ad ogni fine circuito.

Ad ogni sequenza cambio di gamba.

Completo il WORKOUT eseguendo dei fantastici Friction Trough passando dalla Supine Plake avendo cura di mantenere la Plancia per alcuni secondi e facilitare l’allungamento della parte alta della catena anteriore.

Ovviamente il tutto da eseguire rigorosamente a piedi nudi!

Commenta con Facebook

Commenti