Il nostro magazine festeggia un anniversario importante: 10 anni dalla pubblicazione del primo numero!

Ripercorriamo insieme le tappe più significative della nostra storia insieme ai soci fondatori della rivista, Veronica Telleschi e Cesare Salgaro, che abbiamo simpaticamente messo a confronto nell’intervista doppia che trovate in queste pagine.

Sono passati 10 anni dalla pubblicazione del primo numero de LA PALESTRA, quali sensazioni ti suscita questo anniversario?
Veronica Telleschi: “Dieci anni sono tanti ma, forse sembrerò banale, sono letteralmente volati. Chiaramente è un traguardo importante ed emozionante soprattutto perché, appena nati, ci siamo dovuti subito confrontare con l’arrivo della crisi e del netto taglio dei costi da parte delle aziende (senza considerare le tante aziende che invece hanno proprio chiuso la distribuzione italiana). Se proprio devo essere sincera, quando abbiamo iniziato nel 2005 non avrei immaginato di arrivare fino ad oggi, ma lo speravo… come spero di festeggiare i prossimi 10!”.

Cesare Salgaro: “Spesso riguardo in ufficio tutte le copertine appese dal n 0 e vedo quanta strada abbiamo fatto in questi anni. Mi suscita entusiasmo e apprezzamento per tutti i collaboratori e clienti che ci hanno dato fiducia. Un doveroso grazie a Stefania, che con tenacia fa comprendere ai clienti quanto sia importante affidarsi a noi per far crescere le loro attività, a Francesca, che dirige la redazione con costanza e professionalità e ad Antonella, che ci segue metodicamente nella parte amministrativa.
Ce ne sarebbero molti altri da ringraziare, ma è in particolare grazie a queste tre persone che oggi la rivista, con tanti sacrifici e fatica, è arrivata fino a qui”.

Qual è l’aneddoto più divertente che ricordi di questi anni?
Veronica Telleschi: “Di situazioni esilaranti e comiche ce ne sono state tante, quella che ricordo con più piacere probabilmente è la partecipazione alla prima nostra fiera, eravamo a Carrara ed avevamo un allestimento arrangiato in un atrio, che noi abbiamo ribattezzato scherzosamente la “grotta”!
Altra situazione tragi-comica è stata quando abbiamo stampato il numero del nostro primo Festival del Fitness con la copertina al contrario e abbiamo dovuto fare delle ristampe corrette la mattina stessa della fiera!”.

Cesare Salgaro: “Non vorrei entrare nel dettaglio perché scrivere aneddoti non è la stessa cosa che viverli, ma vi posso assicurare che spesso con Veronica ne ricordiamo alcuni e vi assicuro che ridiamo per minuti interi. Questo secondo me è stato uno dei motivi per cui oggi siamo i leader del mercato, perché oltre a lavorare sodo, con passione e professionalità, ci divertiamo anche molto”.

Qual è stata la difficoltà più grande che avete incontrato?
Veronica Telleschi: “Sono state diverse le difficoltà incontrate e che tutt’ora incontriamo. Secondo me la sfida più grande è stata quella di conquistare lo “scetticismo” del settore e delle aziende.
Quando abbiamo cominciato a presentare la rivista al mercato, la domanda più ricorrente era: “Ma quale editore c’è dietro questa rivista?”, oppure “Quale azienda del fitness ha la proprietà?”. Era difficile far credere che eravamo semplicemente due ragazzi con la voglia di sviluppare un bel progetto!”.

Cesare Salgaro: “Difficoltà, come in ogni settore, ce ne sono e ce ne saranno sempre. Rispetto a Veronica che cura più la parte redazionale/commerciale della rivista, il mio compito è di seguire tutta la parte creativa e logistica della rivista. Al solito problema di correre dietro a fornitori per fare in modo che la rivista esca sempre nei tempi stabiliti, negli ultimi anni si è affiancato anche il problema, sempre più richiesto dai nostri clienti, di sviluppare la parte web e social della rivista. Quindi abbiamo dovuto aggiornarci seguendo corsi di formazione professionali. In questo, secondo me, abbiamo trovato un po’ di difficoltà, non per mancanza di volontà di imparare cose nuove, ma di trovare il tempo per farlo. Sono soddisfatto che ad oggi abbiamo un sito, una app, una pagina Facebook, che sono molto visitate e che contribuiscono a far conoscere la rivista e i nostri inserzionisti in modo sempre e del tutto FREE”.

Quali sono gli aspetti vincenti de LA PALESTRA?
Veronica Telleschi: “La nostra rivista è nata giovane!!! Siamo stati audaci nell’aver voluto realizzare uno strumento gratuito da sempre e per sempre. Ci veniva chiesto: “Ma quando la metterete a pagamento? Perché tutto ciò che non ha un prezzo non viene preso in considerazione dai lettori”… poi sono arrivati Facebook, Twitter, Instagram, App gratuite, etc… La nostra forza è il database (che ci impone un rigoroso e costante lavoro di aggiornamento e ricerca) e il fatto di aver scelto come collaboratori solo professionisti del fitness e dello sport, in grado di dare un contributo concreto e fattivo nei loro articoli”.

Cesare Salgaro: “Sicuramente il database aggiornato costantemente. Tramite accordi con Poste italiane ci vengono segnalate tutte le aziende che chiudono o che cambiano indirizzo. Molti centri ed aziende aprono nuove sedi e puntualmente ce le comunicano.
Siamo un’azienda dinamica, prendiamo decisioni semplici e radicali in breve tempo”.

Cosa vorresti augurare a LA PALESTRA?
Veronica Telleschi: “Di riuscire ad essere sempre giovane nello spirito e nella voglia di mettersi in gioco affrontando le sfide (soprattutto di un mercato difficile come quello italiano di questi anni). Auguro poi a tutti i lettori, che sono il nostro orgoglio e la nostra forza, di non smettere mai di essere curiosi e aggiornati, di mantenere un canale attivo e di dialogo con noi affinché insieme si possa crescere e offrire un servizio più professionale e più qualificato al grande popolo del fitness!”.

Cesare Salgaro: “Di non fermarsi e di essere sempre aperta ad ogni cambiamento che
il mercato e i lettori richiedono”.

Intervista a cura della redazione

Commenta con Facebook

Commenti