488

Facilitano la vita del centro sportivo e consentono di monitorare il flusso degli iscritti, ma quanto sono apprezzati realmente dai club italiani?

Per capire in che condizione di salute versano i software gestionali nel mercato del fitness made in Italy abbiamo “interrogato” quattro operatori del settore. Hanno risposto alle nostre domande Andrea Frosini, Sales Manager di JTECK  (www.jteck.it), Ronnie Zanini, responsabile tecnico presso GSZ Systems (www.gszsystems.com), l’ingegner Ivano Luison, amministratore delegato di INFORYOU (www.inforyou.it) e l’ingegnere Daniele Zanoni di ZSE Software & Engineering (www.zse.it).

1) Come giudica la domanda di questi software da parte del mercato italiano del fitness? C’è abbastanza richiesta?
Andrea Frosini (JTECK):
“Il mercato italiano del fitness sta iniziando ora a chiedere soluzioni di questo tipo, fortemente improntate ad avere un valore aggiunto importante. La “disattenzione” avuta fino ad ora va secondo noi addebitata alla scarsa informazione ricevuta riguardo ai benefici ottenibili, e ad una non sufficiente “proiezione” delle software house per realizzare, e quindi proporre, soluzioni innovative che si evolvessero rispetto alle solite soluzioni gestionali”.

Ronnie Zanini (GSZ Systems): “La domanda c’è, anche se è altalenante. La tendenza è di crescita, vista la percentuale di diffusione della cultura del wellness che in Italia è ancora bassa se confrontata con quella di altri paesi a noi vicini come Germania, Austria e Francia. Tuttavia aumenta la domanda di strutture che siano in grado di fornire gli strumenti per l’ottenimento dei risultati, e quella di esperti e professionisti che li aiutino a percorrere la giusta strada per il raggiungimento del miglior stato fisico”.

Ivano Luison (INFORYOU): “La domanda è in continua crescita e si sta ampliando anche ai settori di perimetro del mercato fitness, quali: terme, spa, centri medici, stabilimenti balneari e turistici, hotel, circoli, ecc. La richiesta sta aumentando sia in termini di ‘quantità’ che di ‘complessità’ delle soluzioni richieste, in particolare sta emergendo la necessità di integrare il sistema di gestione e di controllo accessi con altre soluzioni quali: software di contabilità, ristorazione, centralino, paghe, parcheggi, attrezzature sportive, ecc.”.

Daniele Zanoni (ZSE Software & Engineering): “Premetto che la ZSE Software & Engineering produce e distribuisce software di gestione e controllo degli accessi da 25 anni. I primi software sono stati da me sviluppati per il sistema operativo MsDos nel 1986, quando iniziavano ad essere diffusi i primi pc. Negli anni ‘90 in Italia eravamo non più di quattro aziende ad aver studiato un prodotto specifico per palestre e piscine, le quali negli anni hanno recepito la necessità di avere strumenti sempre più affinati per gestire gli utenti, gli accessi e gli abbonamenti. La domanda di questi software è cresciuta esponenzialmente sino al 2006, poi si è gradualmente stabilizzata, soprattutto perché sono sorte centinaia di piccole società che hanno improvvisato software gestionali da battaglia e che hanno disorientato il cliente finale. Se inizialmente tali software sembrano servire allo scopo, il cliente si accorge di quanto ha realmente comprato solo dopo il secondo anno di attività, quando tenta di estrapolare quelle informazioni che gli consentono di migliorare la propria attività. In Italia la necessità di questi software è stata recepita prima che all’estero proprio per la necessità di regolamentare in modo categorico chi ha diritto ad accedere e chi no. All’estero tale sistema è stato introdotto successivamente quale strumento per semplificare la gestione del centro e, come tale, è divenuto parte integrante di tutte le nuove strutture”.

2) Su quali elementi concreti puntate per convincere gli operatori del fitness ad acquistare questi software? Quali vantaggi offrono nella gestione quotidiana del centro?
Andrea Frosini (JTECK):
“L’informazione diventa utile solo nel momento in cui può essere analizzata e quindi gestita. La gestione classica su carta riesce a fornire un discreto livello di controllo sul presente, ma praticamente nullo sul passato (analisi) e sul futuro (proiezioni). Il valore aggiunto fornito dalle applicazioni software è appunto quello di consentire una gestione organizzata delle informazioni e rendere quindi possibile ogni sorta di analisi sull’andamento del club e la realizzazione di simulazioni per capire come migliorare il proprio business. Altro vantaggio, non meno importante, è relativo alla sicurezza, in quanto quasi tutte le applicazioni gestionali volte al wellness implementano un modulo di controllo accessi che consente di regolamentare l’accesso dei clienti”.

Ronnie Zanini (GSZ Systems): “Molto spesso non siamo noi a vendere, ma il cliente che compera SpyPass e relativi servizi. La nostra vendita non avviene tramite tecnica emozionale, ma con la dimostrazione oggettiva della qualità del prodotto e del servizio. Parlando dei vantaggi dati da un sistema informatizzato, sicuramente oltre al fatto di controllare le abitudini della clientela, il sistema viene adottato dagli operatori del settore a supporto del loro lavoro. I vantaggi che un buon gestionale porta al direttore del centro sono molti, ma i fondamentali sono sicuramente quelli di avere una visione oggettiva dell’andamento dei propri affari ed un controllo preciso di ogni centro di ricavo dell’attività. Non dimentichiamo che siamo specialisti nell’accogliere nuove sfide per implementazioni personalizzate!”.

Ivano Luison (INFORYOU): “Il software gestionale è la soluzione in grado di semplificare la vita degli operatori del club in tutte le operazioni ordinarie e straordinarie. L’applicazione di queste soluzioni dimostra un incremento in termini di fatturato e di numero clienti, con notevole risparmio di tempo, costi e risorse. Inoltre, il software è in grado di memorizzare ed elaborare i dati del centro, fornendo indicazioni precise e preziose sul funzionamento del club e sugli indicatori di prestazione, fornendo un potente strumento decisionale e di monitoraggio per i manager dell’azienda sportiva. Nella vita quotidiana, i software gestionali consentono di sollevare l’operatore dalle ordinarie operazioni di routine, liberando risorse per attività a valore aggiunto come il customer care e azioni di fidelizzazione del cliente. In particolare, diventa semplice e automatico l’inserimento dei dati, il controllo degli accessi degli utenti, la verifica della scadenza degli abbonamenti, la gestione delle rate di pagamento, l’avviso di validità dei certificati medici, la comunicazione agli utenti di messaggi personalizzati. Nella gestione economica, il sistema supporta l’operatore agevolando le operazioni di incasso, emissione di scontrini e ricevute, pagamenti ricorrenti con RID e carta di credito, passaggio dati automatico al commercialista o al software di contabilità. Particolari estensioni di questi software offrono agli utenti del club la possibilità di accedere e consultare le informazioni del programma autonomamente attraverso postazioni totem self service, oppure attraverso Internet o palmari”.

Daniele Zanoni (ZSE Software & Engineering): “Il nostro software ZACCESS si è sempre contraddistinto per la semplicità dell’interfaccia grafica e l’immediatezza di molte funzioni che l’operatrice alla reception utilizza quotidianamente. Il software è stato ingegnerizzato partendo dalle necessità dell’operatore, a differenza di molti altri software oggi sul mercato che hanno aggiunto funzioni a piramide nel tempo diventando macchinosi e complessi anche per le operazioni più semplici. Il software gestionale deve essere lo strumento strategico di controllo dell’azienda, deve gestire gli utenti, i pagamenti, i diritti d’ingresso e, in seguito, divenire uno strumento per analizzare l’andamento e generare politiche di marketing per far crescere la propria attività. ZSE ha un altro punto di forza che nessuno ha oggi sul mercato: noi produciamo tutte le componenti del sistema di controllo accessi, non solo il software, dall’elettronica dei lettori alla stampa dei badge ai dispositivi di controllo del varco, noi progettiamo la soluzione, installiamo e garantiamo a vita i nostri prodotti”.

3) Quali sono, secondo lei, i tre benefici più importanti forniti da questi software?
Andrea Frosini (JTECK):
“Va detto che la maggior parte dei software rivolti al wellness sono tra loro molto simili, in quanto le tematiche gestionali dei centri sono pressoché le stesse. Si può dire che i punti di forza delle applicazioni gestionali sono: gestione solida e persistente delle informazioni; controllo puntuale sugli accessi; possibilità di analizzare lo storico e proiettarlo per le decisioni sul futuro”.

Ronnie Zanini (GSZ Systems): “Controllo, conoscenza e previsione”.

Ivano Luison (INFORYOU): “semplificazione delle attività del centro; incremento del fatturato e del numero clienti; risparmio di tempo e costi”.

Daniele Zanoni (ZSE Software & Engineering): “Semplifica la vita sia all’operatore di reception sia al titolare dell’azienda, permettendo di gestire tutto con un click; il cliente non è mai solo grazie al supporto tecnico ZSE; il software non invecchia mai, grazie a continui aggiornamenti automatici il prodotto è sempre all’avanguardia e compatibile con i più recenti Sistemi Operativi Microsoft®”.

4) Quali sono i costi medi di questi software? Può indicarci il prezzo base e se ci sono costi anche di aggiornamento o gestione annuale?
Andrea Frosini (JTECK):
“I costi vanno dai 900euro fino ai 15.000 euro e ci sono molti fattori che li influenzano, come ad esempio: la solidità dell’azienda che fornisce il software, la scalabilità (se il software può essere personalizzato ed evoluto nel tempo), l’assistenza (se viene fornita un’assistenza post vendita o se il cliente viene lasciato privo di alcun supporto), l’attualità (se il software è di nuova generazione o se non subisce sostanziali aggiornamenti da più di 5-6 anni), l’integrazione (la capacità del software di integrarsi con altri sistemi esistenti), la tecnologia (se il software si basa su un database relazionale di nuova concezione o su tecnologie di gestione dei dati di vecchia concezione, se il linguaggio con cui è scritto è attuale o di vecchia generazione, ecc.), l’hardware (se il software utilizza le oramai obsolete tessere a banda magnetica o le più attuali tecnologie di prossimità RFID (tessere, braccialetti, portachiavi) o soprattutto le nuove tecnologie biometriche (impronta digitale). Ci sono prezzi e soluzioni per ogni necessità, ovviamente con i loro pro e contro”.

Ronnie Zanini (GSZ Sistems): “I costi vanno sempre misurati sulle esigenze del cliente. Per dare dei numeri: potremmo spendere meno di mille euro per il semplice software, fino a sistemi completi di gestione da 20-30.000 euro che vanno ad automatizzare tutte le aree del centro come solarium, docce, distributori automatici, registratori di cassa e casse automatiche fino al parcheggio. Vari altri costi di aggiornamento e gestione non obbligatori vengono sempre concordati con il cliente a seconda delle sue esigenze”.

Ivano Luison (INFORYOU): “I software sono tipicamente disponibili in più versioni a seconda delle dimensioni del centro ed i costi possono variare a seconda della configurazione richiesta. Mediamente il prezzo base parte da 500 euro e può arrivare fino a qualche decina di migliaia di euro per le configurazioni più complesse e multi centro. Tutti i software necessitano di aggiornamenti con periodicità almeno annuale, come richiesto anche dalle disposizioni in materia di sicurezza dati e privacy. Questo servizio è essenziale per garantire al gestore del centro l’adeguamento del prodotto alle nuove sfide del mercato in continua evoluzione, consentendogli di avere sempre a disposizione uno strumento competitivo ed efficiente. Il costo del canone di aggiornamento è proporzionale alla configurazione software acquistata”.

Daniele Zanoni (ZSE Software & Engineering): “Il prezzo della licenza del software ZACCESS varia a seconda delle versioni, dalla versione Light che costa soli euro 699,00 per il piccolo centro, alla versione Enterprise per la grande struttura che costa euro 1.999,00. Oltre al costo iniziale della licenza, ZSE offre un servizio di assistenza e manutenzione sia per l’hardware che per il software, con supporto tecnico ed illimitati aggiornamenti del software. ZSE offre anche una soluzione di noleggio, rivolta a coloro che iniziano e non possono acquistare una licenza. Molti dicono che siamo “cari”, ma il prezzo del Software non è casuale, nasce dal corretto punto d’incontro tra la qualità del prodotto e le garanzie offerte al cliente negli anni. Se si considera che dal 1986 il nostro software è stato completamente riscritto ben 6 volte per adeguarsi ai nuovi sistemi Operativi di Microsoft, si può comprendere il profondo impegno a offrire un software sempre attuale che supporta la vostra attività negli anni”.

5) Ci può descrivere le caratteristiche specifiche del software fornito dalla sua azienda e il suo punto di forza rispetto ai prodotti della concorrenza?
Andrea Frosini (JTECK):
“Con il nostro progetto CheckPoint abbiamo sì spinto sulle tematiche gestionali, ma dando valore al concetto di membership e dando la possibilità di utilizzare anche le nuove tecnologie (Biometria e RFID). Per evolvere il concetto di membership abbiamo realizzato un modulo interattivo, un portale dove ogni iscritto può accedere e interagire col club e gli altri iscritti. Ad esempio, nella gestione dei corsi, il software consente al centro di creare un corso, inserendo location, docente, numero partecipanti e costo, dopodiché il corso diviene visibile agli iscritti che in qualsiasi momento, attraverso il pc, il telefonino o il tablet possono consultare i corsi del giorno o della settimana, vederne i dettagli e iscriversi con un click. Noi crediamo molto nel concetto di membership, ossia nel rendere importante l’appartenenza al club, fornendo servizi che possano fidelizzare l’iscritto e renderlo felice di appartenere al club. Concludendo, riteniamo sia importante accennare all’introduzione della tecnologia biometrica all’interno dei club, strumento irrinunciabile se una delle prerogative del club è essere sempre certi di chi accede alla struttura. I nostri sistemi biometrici sono “combo”, ossia funzionano sia con impronta digitale che con tessera di prossimità, questo per venire incontro ai desideri degli iscritti”.

Ronnie Zanini (GSZ Systems): “SpyPass ha tutto ciò che serve per gestire sia il piccolo centro che il grande centro polifunzionale. Ciò che lo distingue dai competitor, lo dicono anche i nostri clienti, è l’immediatezza di utilizzo per l’operatore”.

Ivano Luison (INFORYOU): “Il prodotto Gymnasium System di INFORYOU gruppo TeamSystem è la soluzione software di gestione e controllo accessi più scelta dal mercato italiano per la qualità del prodotto, la semplicità d’uso e la completezza dei servizi offerti. Grazie all’esperienza decennale maturata da INFORYOU a fianco dalle migliore aziende sportive italiane, Gymnasium System è stato certificato Wellness System Compatible da Technogym ed è stato scelto dalla Federazione Italiana Nuoto come prodotto ufficiale per i propri impianti FIN. L’entrata nel Gruppo TeamSystem ha consentito di completare la soluzione con integrazioni specifiche verso i prodotti TeamSystem e di terze parti: dalla contabilità alle presenze e paghe, dal centralino voip alla ristorazione, e di distribuirla capillarmente su tutto il territorio nazionale grazie alla sua ampia rete vendita di software partner qualificati. Il servizio post vendita accurato e puntuale rappresenta il fiore all’occhiello delle soluzioni INFORYOU per i propri clienti, che scelgono Gymnasium System e rinnovano quotidianamente la loro soddisfazione e fiducia come alleato prezioso per il successo del loro business”.

Daniele Zanoni (ZSE Software & Engineering): “ZACCESS è un software altamente modulare che può crescere con le esigenze del gestore, si compone di ben 14 moduli che consentono di ampliare la versione base con la gestione del borsellino elettronico, l’invio di email e SMS, la gestione di tariffe speciali a tempo-permanenza, i sistemi di gestione di servizi a pagamento come docce e phon, e molto altro ancora… Impossibile spiegare ZACCESS in poche righe, ma in sintesi lo sa quel è il vero punto di forza? I 25 anni di esperienza nel settore e le garanzie che offriamo ai nostri clienti”.

Commenta con Facebook

Commenti