444

L’obiettivo principale del percorso Well Back Method è responsabilizzare il cliente e renderlo autonomo nella gestione del proprio mal di schiena durante la vita di tutti i giorni

Le tecniche Well Back Method rappresentano un insieme di metodiche utili ed efficaci per migliorare il benessere della nostra schiena. Well Back è un approccio integrato nella prevenzione e nella cura della lombalgie e cervicalgie cosiddette idiopatiche. Il carattere multifattoriale e polimorfo delle problematiche del rachide viene affrontato con un approccio globale ed interdisciplinare.
Sovente le lombalgie e le cervicalgie sono l’espressione di una variegata combinazione di processi fisiologici disfunzionali locali e generali. In un ambiente rilassante e ricco di sensorialità, con una guida professionale, si costruirà un sentiero di BenEssere per migliorare e risolvere le tematiche rispetto alla complessità del sistema rachideo.
Well Back Method utilizza tre chiavi di lettura dei meccanismi psicofisiopatologici del dolore lombare e cervicale:
– Muscolo
-Tensiva
– Posturale
– Psicosomatica.

Ho cercato di mettere a punto questa metodologia insieme ad altri esperti e tecnici in svariati campi quali la massoterapia, la naturopatia, la psicologia, la pisocoterapia, il counseling, la medicina ayurvedica e la chinesiologia.
Le metodologie sottoindicate possono essere proposte in sala corsi anche se va necessariamente evidenziato che la loro massima efficacia è ottenibile in sessioni di personal trainer o di microgruppi di 2\3 persone insieme.

Ginnastica antalgica
Well Back Method in funzione della persona con cui si sta operando può avere diversi approcci. Uno di questi, in presenza di dolore, è l’approccio antalgico. Con il termine di ginnastica antalgica si intende una ginnastica avente lo scopo di togliere o, se non altro, di attenuare il dolore con movimenti adatti a ridare elasticità alle strutture capsulolegamentose e tono ai muscoli ipovalidi.
Well Back method applica in questo caso una sorta di ginnastica “dolce” durante la quale il cliente impara a percepire ciò che avviene sul suo corpo in posizione seduta, prona, supina e in piedi.
Si tratta di una ginnastica lenta e di graduale intensità nella quale l’individuo viene considerato nella sua globalità. Vengono inoltre introdotti esercizi di stiramento e di allungamento e viene istruito ad assumere con facilità le posizioni corrette in modo da arrivare ad un automatismo del movimento e della posizione utile nella quotidianità.

Ginnastica posturale
Gli esercizi posturali nel metodo Well Back sono articolati su tre livelli. Gli esercizi posturali di primo livello sono il primo passo verso la conoscenza del proprio corpo, la percezione delle sue singole parti e delle posizioni che le stesse assumono nello spazio. Il programma di esercizi del primo livello è finalizzato a migliorare la percezione della propria struttura muscolo-scheletrica e a iniziare a controllare le singole parti del corpo, prima singolarmente, poi operando il controllo contemporaneo su più segmenti corporei.
Gli esercizi del secondo livello puntano a sviluppare la forza e la resistenza dei muscoli posturali sia un corpo flessibile e ben definito. Questi obiettivi sono fondamentali se si vuole assumere con facilità laposizione seduta ed eretta corretta.
La sessione di esercizi del terzo livello insegna a muoversi con armonia controllando il proprio corpo anche nelle situazioni posturali più complesse, partendo dal principio che una buona postura non vuol dire solo essere capaci di mantenersi ben eretti.

Postura e carattere
Lo psicologo Wilhem Reich, che ha introdotto il concetto di “armatura caratteriale”, sosteneva che il carattere si esprime negli atteggiamenti posturali, nelle posizioni che si assumono e non solo nelle espressioni e comportamenti tipici della persona. L’armatura caratteriale influenza lo sguardo, il tono della voce, il ritmo delle parole. Altrettanto può fare con la respirazione, provocando rigidità muscolari croniche. Lowen ha perfezionato il concetto, evidenziando come ogni blocco emotivo possa comportare un blocco nel flusso di energia, ostacolando respiro e movimento.
I “conflitti” si strutturano nel corpo sotto forma di tensioni muscolari croniche e come tutte le armature, anche quella caratteriale limita la motilità e la sensibilità e, attraverso una respirazione inadeguata, causa un aumento dell’ansia e dell’irritabilità. Il lavoro sul corpo di Well Back Method aiuta a percepire la propria rigidità come limitazione all’auto-espressione.
Per Painter questa “armatura” spesso impedisce la fuoriuscita delle emozioni che sono state congelate, trattenendo energia. È come se il corpo esprimesse un rifiuto di crescere e di vivere, a causa di blocchi del passato creati per proteggersi da esperienze spiacevoli, ma che persistono come se il pericolo fosse ancora atteso. La ginnastica posturale unita alla ginnastica propriocettiva, con l’aiuto di relazioni di aiuto quali coaching, counseling e psicologici, aiutano a togliere questa armatura.

Allungamento muscolare globale decompensato
Un altro approccio di Well Back Method è l’“allungamento muscolare globale decompensato”. Si può ottenere tramite attrezzi che permettono di fare esercizi di allungamento muscolare in modo globale e decompensato, riallungando i muscoli retratti responsabili di numerose patologie muscolari, articolari e della colonna e migliorando la postura.

Questa metodologia Well Back è utile:
– per riallungare i muscoli tesi e retratti che per svariate ragioni (vita sedentaria, eccesso di lavoro fisico, traumi, tensioni, età) sono diventati tesi, rigidi agendo sulle catene muscolari;
– per riequilibrare le tensioni muscolari e riallungare quei muscoli che per svariate ragioni sono diventati retratti, per combattere i dolori muscolo-articolari;
– per sbloccare il diaframma e migliorare la respirazione;
– per riattivare la circolazione venosa e linfatica.

Back school
Il programma Back School Well Back Method si basa sull’eziologia della lombalgia ed unisce i contributi della medicina, dell’ergonomia, della psicologia e dell’educazione alla salute per prevenire e curare le algie vertebrali. Una buona conoscenza del proprio corpo è sicuramente il primo passo per gestirlo in maniera più corretta e consapevole. Il percorso di lezioni è organizzato in 4 livelli successivi. 1) Deve fornire cenni teorici di anatomia e fisiologia relativi alla colonna vertebrale e l’analisi delle patologie che possono interessarla. 2) Il paziente diviene consapevole dei propri problemi alla schiena e delle posture errate che li hanno generati.
3 – 4 ) Sono i livelli di rieducazione dove:
– vengono mostrati esercizi di potenziamento muscolare e come svolgerli a domicilio per prevenire future complicazioni;
– vengono illustrate tecniche per sollevare e spostare oggetti sia leggeri che pesanti; – si consiglia di modificare spesso la postura durante la giornata per diminuire l’affaticamento;
– si prepara l’individuo sul come distribuire correttamente il peso del corpo durante la giornata.

L’obiettivo principale del percorso Back School Well Back Method è responsabilizzare il cliente e renderlo autonomo nella gestione del proprio mal di schiena durante la vita di tutti i giorni, sensibilizzandolo sulla prevenzione di ulteriori complicazioni.

La ginnastica propriocettiva
In alcuni casi i problemi della schiena vanno ricercati in carenze propriocettive. Anche quando si subisce un trauma si può sottoporsi a un programma di esercizi propriocettivi per “rieducare” i riflessi e ottenere nuovamente un controllo ed una gestione ottimale. Si utilizzano per tali obiettivi le tavolette instabili (tavolette propriocettive) anche al fine di affinare gesti atletici non corretti e prevenire infortuni: l’esercizio propriocettivo è una stimolazione neuromotoria nella sua totalità. Quando si subisce un trauma possono insorgere non solo lesioni fisiche ma l’organismo può perdere, e/o diminuire, la sua capacità di valutare bene le informazioni che arrivano dall’esterno e i recettori inviano al sistema nervoso centrale sensazioni di qualità inferiore.
Ripristinando tale capacità, l’esercizio propriocettivo consente non solo di completare il ripristino globale della funzionalità dell’arto, ma anche di evitare recidive.
Infatti, informazioni sbagliate possono causare nuove cadute e altri traumi e problemi alla schiena. Alla luce di quanto sopra affermato, la ginnastica propriocettiva risulta di fondamentale importanza per ottenere un recupero completo dopo un trauma e per prevenire le recidive. Con la continua stimolazione dei meccanocettori periferici, vengono attivati i circuiti nervosi propriocettivi. Inserita con regolarità nelle sedute di Well Back Method, la ginnastica propriocettiva ricopre grande importanza anche nella prevenzione degli infortuni sportivi e un buon funzionamento del rachide.

David Cardano

Commenta con Facebook

Commenti