222

Come entrare nel mercato dei voucher multiuso per trovare nuove opportunità di business

Il multipurpose voucher, o meglio il voucher multiuso, può essere un facile e valido strumento commerciale che il titolare di centro fitness può sperimentare per migliorare le sue performance. Un tipo di voucher multiuso sono i “cofanetti regalo” chiamati comunemente Gift Box, onnipresenti sugli scaffali dei negozi della distribuzione organizzata e delle agenzie di viaggi: Smart Box, Emozione3, Box for You, Dream Box, RegalOne, Wonderbox, per citarne solo alcuni.

Nel 2003 l’impresa britannica Smart Box ha immesso sul mercato i primi cofanetti. Mi ricordo che rimasi molto contrariato da come il mercato avesse da subito e fino ad oggi relegato queste scatole quasi esclusivamente ad un’ottima opportunità per chi cerca un regalo da fare a parenti e amici. In effetti i cofanetti regalo permettono, spendendo cifre più o meno modeste, di regalare un’esperienza piacevole o divertente, sia questa un week-end in una città d’arte, un trattamento in un centro benessere o una experience in un centro fitness.

Gift Box: un’opportunità per il centro fitness
Il titolare di centro fitness dovrebbe essere abituato a vendere utilizzando nel modo corretto le piattaforme di intermediazione come le Flash sales (Groupon, ecc.), i Gds, Dmc, ecc. e perché no valutando di utilizzare le Gift Box. Essere intermediati dai gestori delle varie Gift Box è abbastanza facile, è sufficiente contattare l’azienda tramite il loro sito web dopodiché penseranno loro a fare tutto quello che serve. In linea generale, la struttura convenzionata dovrebbe definire il servizio ed il suo valore da includere nel cofanetto.

I prodotti che un centro fitness può offrire sono veramente tanti, basti pensare alle varie esperienze legate al cross fit, alla piscina o al centro benessere. Ma non solo. Il gestore della Gift Box assembla l’offerta, arreda il punto vendita, la promuove e la vende al prezzo stabilito ottenendo dal produttore convenzionato il pagamento di una commissione.

Il cliente acquista il Buono o Voucher per poi chiedere la prestazione del servizio da parte di una delle strutture convenzionate presenti nel catalogo della Gift Box. Qualora il cliente scegliesse la nostra proposta, saremo contattati direttamente da lui o tramite il gestore per verificare la nostra disponibilità per un dato giorno e ora a erogare il servizio e perfezionare la vendita dello stesso.

Le Gift Box sono solo una delle applicazioni dei voucher multiuso che possono interessare un centro fitness. Gli elementi della Gift Box che possono essere mutuati nel voucher multiuso sono, a mio avviso, il fatto che una scatola di per sé valorizza un bene immateriale quale è in genere un servizio e che la stessa può essere proposta ad un prezzo forfettario e quindi per sua natura promozionale. Sulla base di questi elementi il titolare del centro fitness potrebbe realizzare una scatola personalizzata con la propria insegna. L’investimento di per sé è contenuto e il rischio economico si limita al costo della stampa delle scatole che potrebbero rimanere invendute.

Obiettivi chiari
Detto questo, però, bisogna invece essere consapevoli che un’iniziativa di questo genere richiede al titolare di centro fitness di avere le idee chiare su cosa si vuole ottenere.

Se l’obiettivo è quello per esempio di fidelizzare i clienti storici del centro fitness di età superiore ai 40 anni, mi viene facile immaginare un Voucher multiuso “Fitness Metabolico” che permette di acquistare una scatola contenente alcuni servizi come una visita metabolica, una batteria di test di valutazione funzionale, uno specifico e personalizzato programma di attività motorie da sostenere in palestra, carnet di 10 sedute con personale tecnico sportivo specializzato. Inoltre, gadget come fascia con trasmettitore della frequenza cardiaca compatibile con le attrezzature della palestra e un cd dove inserire i dati degli allenamenti, ecc.

Realizzato il prodotto, si potrà proporlo ai clienti interessati da problematiche metaboliche facilmente raggiungibili tramite la selezione del database iscritti e la propaganda diretta dei venditori e personale tecnico. Naturalmente quest’azione di vendita richiede una preparazione culturale del front office e uno staff tecnico laureato in scienze motorie e di un medico di fiducia.

Lo stesso strumento possiamo utilizzarlo per intercettare nuovi clienti andando a distribuire la scatola presso farmacie, studi medici che andranno convenzionati e remunerati.
Questo canale distributivo è molto interessante e lo sarà sempre di più anche alla luce dei riconoscimenti che l’attività fisica e lo stile di vita stanno ricevendo nel campo della prevenzione di alcune malattie. Come ho scritto in altre occasioni, ritengo il centro fitness un fenomeno rionale con un territorio di raccolta molto limitato e specializzare la propria offerta rispondendo alle esigenze anche di salute della popolazione di riferimento territoriale è uno degli strumenti utili per rimanere sul mercato.

Commenta con Facebook

Commenti