119

Tutti i benefici che derivano dall’allenarsi in compagnia del proprio cane e alcuni consigli per cominciare il prima possibile

La sedentarietà, cattiva abitudine della società moderna, contribuisce allo sviluppo di malattie croniche come ad esempio: sovrappeso, obesità, disturbi cardiocircolatori, osteoporosi, artrite, ipertensione arteriosa, aumento dei livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue e, nei casi più gravi, anche ad alcune forme di tumore: al colon ed alla mammella tra le donne.
Da statistiche dell’Osservatorio Epidemiologico Nazionale sulle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di vita, su soggetti dai tre anni di età in poi, la sedentarietà colpisce più frequentemente le donne degli uomini. Tra le tante cause dell’incremento ci sono l’aumento del lavoro di tipo sedentario (es. computer), l’uso più frequente dell’automobile anche per coprire distanze brevi, l’uso dell’ascensore al posto delle scale, la riduzione dell’attitudine a praticare sport (in quantità e qualità sufficienti), la carenza di piste ciclabili e di spazi dove praticare attività fisica all’aperto in tutta sicurezza. Per ovviare alla scarsa quantità e qualità di attività fisica, alcuni studi interessanti sottolineano il fatto che coloro che sono in possesso di un cane aumentano l’attività motoria nel loro tempo libero, camminano molti più minuti nell’arco della settimana (oltre 180 minuti), in accordo con le indicazioni dell’ American College of Sports Medicine/American Heart Association ed inoltre per i nostri bambini esiste la possibilità di aumentare il tempo di attività fisica facendoli “muovere” insieme al proprio cane (sempre con i dovuti accorgimenti per la sicurezza di entrambi).
Per chi invece è già abituato a buoni livelli di fitness settimanali e vuole testare un nuovo modo di fare attività insieme al proprio cane, arriva direttamente dagli USA e dall’Inghilterra il “Doggy Boot”, simile al classico bootcamp di moda negli ultimi anni.
Sono presenti diverse stazioni con esercizi fisici da svolgere insieme al vostro amico di varia intensità e destrezza alternati ad attività aerobica (running o camminata), il tutto in perfetta armonia con la natura.

Buon senso e accortezza
Non tutte le razze però sono adatte alla corsa, soprattutto se svolta ad un ritmo sostenuto. Per togliervi il dubbio il vostro veterinario può venirvi in aiuto dandovi indicazioni specifiche a riguardo. Alcuni accorgimenti devono essere sempre presi dal padrone prima delle uscite con il proprio cane, fra i quali: utilizzare la pettorina ad H in modo che il cane si possa muovere con più libertà, che il percorso sia il più pianeggiante possibile, cercare un’andatura costante e un ritmo tale da evitare di stancare troppo l’animale, andare su prati e zone il più possibile pulite e senza pericoli nelle immediate vicinanze (come passaggio di auto, treni, mezzi pubblici, ecc). Avere con sé sempre un paio di borracce con acqua (per se stessi e per il proprio animale), in modo da poter bere ad intervalli regolari soprattutto se l’attività è svolta durante il periodo estivo.
Queste semplici indicazioni di buon senso avranno un effetto benefico sulla salute del vostro cane, dandovi la possibilità di svolgere il lavoro fisico in modo completo e senza correre pericoli.

Doggy Boot, sessione esempio
Nella tabella è riportato un programma di base per iniziare l’avventura insieme al vostro amico fidato. Naturalmente con il tempo e la capacità di saper addestrare il proprio cane si potrà alzare il livello di attività motoria e di destrezza, come ad esempio saltare piccoli ostacoli o correre a slalom insieme. Il tutto, ricordate, deve avvenire in modo naturale, senza forzature e soprattutto divertendosi.
La durata della seduta è di circa 30 minuti.
Vi invito ad andare su internet e cercare “Doggy Boot” per trovare informazioni e vedere anche alcuni video interessanti. Esiste inoltre un’applicazione per smarthphone molto pratica e divertente che si chiama: Thank Dog! Mobile.
Sono certo che anche qui in Italia possa prendere piede (anzi oserei dire zampa in questo caso!), un nuovo modo di intendere l’attività fisica nel rispetto di se stessi, degli animali e dell’ambiente.
Ricordate di sottoporvi almeno una volta all’anno prima di intraprendere qualsiasi attività fisica ad una visita medica con uno specialista di medicina dello sport e se decidete che anche il vostro amico a 4 zampe possa “allenarsi” insieme a voi, prima di iniziare portatelo dal vostro veterinario di fiducia per un controllo!

Divertirsi in sicurezza e tranquillità è il primo passo per raggiungere il benessere.

Utili approfondimenti ai seguenti link:

www.ispesl.it/ossvita/rischiSaluteStileVitaSedent.asp

www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21487144

www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25117524

www.youtube.com/watch?v=r5kq__IfnUU

Andrea Sivieri

AVVERTENZA
I contenuti degli articoli di questo sito non hanno valore prescrittivo, ma solo informativo e culturale. Tutti i nostri consigli e suggerimenti vanno sempre sottoposti all’approvazione del proprio medico.
NOTA INFORMATIVA INTEGRATORI ALIMENTARI
Leggere attentamente l’etichetta apposta sul prodotto. In caso di uso prolungato (oltre 6-8 settimane) è necessario il parere del medico. Il prodotto è controindicato nei casi di patologia epatica, renale, in gravidanza e al di sotto dei 12 anni. Gli integratori non sono da intendersi come sostituti di una dieta variata. Non superare la dose consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età.
NOTA SUL COPYRIGHT.
Tutti gli articoli pubblicati nel sito sono di proprietà di Api Editrici e sono protetti dal diritto d’autore. Sarà perseguita ogni riproduzione non autorizzata.

Commenta con Facebook

Commenti