141

Come sfruttare la nuova dimensione sociale del web per migliorare la propria visibilità e la propria immagine

Internet rappresenta un fenomeno mediatico dirompente in grado di abbattere i limiti spazio-temporali tra gli esseri umani e rivoluzionare completamente il modo di comunicare ed interagire. Il web ha inevitabilmente trasformato anche il modo di fare business, offrendo una miriade di opportunità agli operatori.
La vita di internet pur essendo relativamente giovane registra, infatti, già due fasi storiche. La prima, quella del cosiddetto web 1.0, era caratterizzata da una comunicazione unidirezionale dall’alto verso il basso da parte delle aziende attraverso siti internet aziendali statici dove l’utente poteva ricercare informazioni sul prodotto o servizio offerto. La seconda, quella del web 2.0, segnata principalmente dalla nascita dei social media, che assegna agli utenti un ruolo attivo nella comunicazione trasformando letteralmente internet in un luogo di conversazione globale. I social media sono solo un sottoinsieme all’interno del cosiddetto social web, che comprende oltre ai social media (ad esempio facebook, twitter, i blog, ecc), le applicazioni (per esempio TweetDeck, Skype), i servizi (ad esempio i feed di geolocalizzazione) e la rete stessa.

Il Social Media Marketing
Con il web 2.0 si introduce nel nostro glossario marketing la terminologia “social media marketing” ossia quella branca del marketing digitale che focalizza i propri studi sulla visibilità ottenibile tramite i media sociali, come gli aggregatori ed alcuni applicativi tipici del Web 2.0. Il marketing dei media sociali racchiude, quindi, una serie di strategie atte ad ottenere una grande visibilità attraverso l’effetto passaparola generabile nel web, anche se si dispone di un budget limitato. Gli strumenti tipici utilizzati sono i siti di social networking, foto, video e podcast virali, blog, wiki, etc.
Nonostante l’importanza di questi nuovi strumenti di marketing, molte aziende italiane, numerose anche nel mondo del fitness, hanno mostrato e mostrano tempi di reazione davvero lenti al cambiamento rivelando una qualche arretratezza culturale. Il social business, così anche definito dagli studiosi del marketing, richiede un cambio radicale di paradigma culturale che implica per le aziende il passaggio dalle campagne di marketing unidirezionali alla creazione di relazioni durature con il pubblico di riferimento. Questo cambiamento richiede specifiche competenze spesso ignorate da imprenditori e manager che pensano di fare social media marketing affidando al figlio adolescente “smanettone” la gestione di profili sociali della propria azienda.

Perché utilizzare i social media nel fitness
I social media, se ben gestiti, possono essere utili a migliorare l’immagine della nostra azienda consolidandone la reputazione; mostrare l’apertura a questi nuovi canali significa anche mostrare ai propri clienti di stare al passo con i tempi. I nostri centri fitness rappresentano dei luoghi di aggregazione sociale. Un vero e proprio mondo di benessere aperto dalla mattina alla sera nel quale accadono una miriade di attività e di eventi che hanno per protagonisti migliaia di nostri clienti, collaboratori, ecc. Un mondo che vale la pena di raccontare e per il quale non basterebbe un sito internet statico come unico mezzo di informazione. I social media consentono, infatti, di realizzare una vera e propria community multimediale aperta sia ai nostri clienti ma anche a potenziali nuovi fruitori dei nostri servizi con i quali instaurare un dialogo. I social media ci permettono di generare traffico di qualità verso il nostro sito web. Quasi tutti i social network si sono evoluti al punto da segmentare gli utenti in modo davvero efficace. Una campagna promozionale a pagamento su facebook, ad esempio, consente di profilare il proprio target di riferimento sulla base di diversi fattori tra cui, oltre a quelli demografici e territoriali, anche altri di natura più soggettiva come hobbies, interessi, ecc. I social media mettono in mano ai clienti un mezzo potente attraverso il quale condividere le proprie esperienze rendendo maggiormente incisivo il fenomeno del passaparola. Proprio per questo l’utilizzo dei social media può essere da stimolo a fare bene per il nostro management ed il nostro staff concentrando maggiori attenzioni verso la clientela.
Essere attivi sui canali social ci consente anche di migliorare la visibilità del nostro sito internet e quindi del nostro brand sui motori di ricerca che sono sempre più attenti ed interessati ai “segnali sociali” considerandoli fattori determinanti di autorità e di qualità. I social media possono tornare molto utili per ottenere un feedback reale sui nostri servizi e sui contenuti pubblicati. Se si ha la capacità di prendere una critica in maniera costruttiva, allora il pubblico dei social network può diventare davvero utile. Internet ha cambiato radicalmente il ritmo delle attività economiche, comprimendo il tempo e premiando la velocità, e i social media consentono alle nostre aziende di essere sulla cresta dell’onda con una comunicazione real time. In qualsiasi momento, con un minimo sforzo, possiamo esprimere ufficialmente al nostro mondo una opinione, dare una comunicazione di servizio, pubblicare una offerta promozionale, ecc. I social media consentono di rafforzare le nostre campagne di marketing e promozionali sostenendo dei costi decisamente più contenuti rispetto ai mezzi tradizionali.

Social network: un fenomeno in continua evoluzione
Le rassegne statistiche più recenti ci presentano un mondo in continua evoluzione che si trasforma a ritmi incalzanti grazie a innovazioni in termini di piattaforme, applicazioni e nuove modalità operative. I social network più conosciuti come facebook, twitter, google +, confermano un forte trend di crescita in termini di contatti. Si stima che il solo Facebook sfonderà la soglia di 1 miliardo di utenti prima della fine del 2012. Altri social network nati più di recente nel giro di pochi mesi sono riusciti a conquistare importanti quote di utenti. Un dato interessante che emerge da studi sul nostro Paese è che gli italiani trascorrono mensilmente più di 6 ore e mezza collegati ai social network e che un italiano su tre usa i social network per cercare informazioni di tipo professionale.

Carmine Preziosi

Commenta con Facebook

Commenti