L’allenamento che migliora la memoria

0
cervello

Un motivo in più per indossare scarpe da ginnastica e tenuta sportiva? L’esercizio fisico permetterebbe di ricordare più facilmente quanto si apprende sui libri. Dunque bando alla pigrizia e dedichiamoci tutti a un po’ di sana attività fisica se vogliamo che la nostra memoria ne tragga beneficio!

Una ricerca condotta in Olanda, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Cell Biology, confermerebbe che fare sport ha effetti positivi sulla memoria, a condizione però che l’attività fisica venga svolta a distanza di quattro ore dallo studio.

Ben venga l’allenamento dopo la “fatica”, ma lasciando passare uno specifico arco di tempo. Il nostro cervello ha bisogno di far decantare le informazioni evidentemente.

Come si è svolta la ricerca?

Come riporta il Corriere.it, gli studiosi dell’Istituto Donders al Radboud Medical center in Olanda sono giunti a queste conclusioni grazie all’osservazione di 72 persone che volontariamente si sono sottoposte alla ricerca. I volontari hanno memorizzato 90 associazioni di immagini per circa 40 minuti e poi sono stati suddivisi in gruppi: il primo gruppo ha svolto immediatamente attività fisica, il secondo ha aspettato quattro ore, il terzo gruppo non ha praticato alcun esercizio.

Trascorsi due giorni, i soggetti coinvolti sono stati sottoposti a un test di verifica di quanto avevano memorizzato e i loro cervelli sono stati “esaminati” con risonanza magnetica. Alla luce di queste valutazioni è risultato che il gruppo di persone che si era allenato dopo quattro ore era quello che ricordava meglio le informazioni.

Su allenamento e cervello, leggi anche i nostri articoli:

Muoversi fa bene al cervello

I nostri due cervelli