Editoriale N°29 – LUGLIO /AGOSTO 2010

Se un paio di mesi fa ci avessero detto che lo sport italiano avrebbe presto conquistato le prime pagine di quotidiani e periodici, passaggi televisivi esclusivi e registrando perfino un “primato”, crediamo che la maggior parte degli italiani avrebbe immediatamente pensato a una grandiosa vittoria degli azzurri ai Campionati del mondo di calcio, in Sudafrica.

Nessuno avrebbe mai creduto invece che sarebbe stato il tennis femminile a trionfare, grazie alla strepitosa vittoria di Francesca Schiavone al Roland Garros… È la prima atleta azzurra a conquistare questo prestigioso titolo. Grazie a lei abbiamo vissuto intensi momenti di emozione: una partita avvincente e combattuta con grinta fino alla fine.
Un grande gesto atletico che genera entusiasmo anche in chi non gioca a tennis. È facile dunque rendersi conto del forte fascino che le performance sportive di alto livello sono in grado di produrre.
Ma non serve essere atleti per provare questo pathos e sentire l’energia nei propri muscoli. In questo numero de La Palestra abbiamo voluto approfondire il tema dell’empatia che ogni valido trainer dovrebbe avere nei confronti dei propri allievi, affinché si possa tirare fuori il meglio da ognuno e si riesca realmente a dare la percezione di benessere che il fitness insegna.

Idee per movimentare ed incrementare le attività acquatiche nella vostra piscina, un utile confronto sulle diete più diffuse per sapere come orientarsi nella jungla alimentare, consigli e strategie per allestire un centro personal trainer efficiente e remunerativo all’interno di un club già esistente… Come al solito abbiamo cercato di accontentare tutti i gusti perché sappiamo che nelle prossime settimane ci sarà un momento di break in cui prenderete le distanze dalla routine e dal lavoro.
Siamo certi che sono proprio questi i momenti in cui si ragiona con più serenità e si riescono a guardare a debita distanza le difficoltà di tutti i giorni. Vi lasciamo alla lettura del numero e ci auguriamo che ognuno di voi possa tornare rigenerato e ricco di energie positive.

Veronica Telleschi

Commenta con Facebook

Commenti