fbpx
mal di testa e cervicale

Mal di testa e cervicale

Le cause del mal di testa possono essere diverse ed è fondamentale andare a ricercare quale sia quella che scatena il nostro, in modo da poter intervenire in modo mirato e sicuro


Il mal di testa, e associato ad esso i dolori cervicali, è uno di quei fastidi di cui soffre la maggior parte delle persone. Che sia di tipo cronico, o saltuario, sta di fatto che quando il mal di testa arriva, ci rende davvero difficile e complicata la vita di tutti i giorni. Facciamo fatica a rimanere concentrati, a lavorare, a stare con le persone, e vorremmo solo starcene da soli, al buio, senza rumori e senza pensieri.

Ma le cause del mal di testa possono essere diverse ed è fondamentale andare a ricercare quale sia quella che scatena il nostro, in modo da poter intervenire in modo mirato e sicuro, senza imbottirci di farmaci.

Il mal di testa, infatti, in moltissimi casi, deriva da azioni e situazioni che possiamo correggere e migliorare, sin da subito. Per semplicità andrò a suddividere le più frequenti cause del comune mal di testa e darvi subito la soluzione più pratica e immediata.

Katia Vaccari

Mal di testa da STRESS

Se a farvi venire il mal di testa sono le arrabbiature, i continui impegni, gli orari troppo serrati,

il capo che vi tormenta, i dipendenti che non fanno bene il loro lavoro, allora stiamo parlando di una problematica che coinvolge principalmente la nostra meccanica respiratoria.

Questo tipo di mal di testa solitamente lo sentiamo sulla fronte, guarda caso proprio dove abbiamo la nostra parte razionale legata al ragionamento. In questo caso sarà fondamentale imparare a gestire le situazioni di stress, imparando a respirare correttamente, utilizzando il diaframma.

Andando a ossigenare la nostra mente e la nostra muscolatura nel modo corretto, riusciremo a eliminare tossine. Consiglio quindi di abituarsi ed esercitarsi ogni giorno a riattivare la meccanica respiratoria, facendo ogni sera almeno una ventina di respirazioni diaframmatiche, da sdraiati, possibilmente in Prima Squadra Mezieres.

Mal di testa MIOTENSIVO

In questo caso la problematica deriva da contratture muscolari, principalmente a livello del trapezio, dorsale e scaleni. Solitamente si può associare a questo tipo di mal di testa una postura scorretta, mantenuta per molto tempo, come potrebbe essere la posizione assunta al computer, o in macchina.

Per migliorare la situazione, in questo caso serve innanzitutto modificare la posizione assunta durante il giorno, ad esempio allontanando il monitor, o rimanendo seduti correttamente, e poi intervenire con esercizi di allungamento adeguati, mirati per le zone contratte, abbinando sempre la respirazione diaframmatica. Potete quindi fare delle mini sessioni di stretching anche più volte al giorno, per detensionare la muscolatura dei muscoli coinvolti, e in aggiunta, quelli di braccio e mano. Sono ad esempio utilissime le rotazioni, le inclinazioni, le rotazioni del collo, e l’allungo del braccio a parete.

Katia Vaccari

Mal di testa da CATTIVA DIGESTIONE

Anche la digestione e la propria alimentazione influiscono in modo drastico sul nostro mal di testa. Quando digeriamo male, o quando siamo disidratati, il nostro corpo si carica di tossine, che fanno fatica a essere smaltite. Queste tossine vanno
ad accumularsi e generano spesso mal di testa e sensazione di ovattamento e appesantimento del capo. Inoltre anche i nostri pensieri appaiono poco chiari e il nostro livello di energia è più basso. Ricordo che i neuroni del nostro cervello entrano in contatto tra loro tramite impulso elettrico, che viene migliorato se introduciamo nel nostro corpo la corretta quantità d’acqua e cibi poco raffinati e ricchi di vitamine.

In questo caso consiglio chiaramente di aumentare il quantitativo di acqua di almeno due litri al giorno (anche tre nel caso degli sportivi), introdurre nella nostra alimentazione cibi ricchi di fibre, verdure e alimenti non raffinati.

Mal di testa per PROBLEMATICHE ALLA VISTA o ALLA MASTICAZIONE

Solitamente questo mal di testa si avverte come appesantimento a livello delle palpebre, che si estende fino alle tempie (nel caso di deficit di vista), o a livello della mandibola che si estende fino alle tempie (nel caso di problematiche masticatorie). Se vi accorgete che forzate gli occhi, che alla sera li sentite stanchi, gonfi, e che vi associate un progressivo mal di testa che aumenta nell’arco della giornata, allora il mio consiglio è di fare assolutamente un’attenta indagine per valutare la qualità della vista ed eventualmente intervenire con occhiali o lenti adeguate.

Nel caso invece la problematica derivi da una cattiva masticazione, cercate un dentista che vi osservi non solo dal punto di vista estetico, rimettendo eventualmente in asse o dritti i denti, ma che valuti anche la situazione di collo e schiena, prima di consigliarvi un’adeguata correzione. Io personalmente soffrivo di fortissimi attacchi di emicrania, che sono riuscita a risolvere definitivamente sistemando la masticazione e lavorando sulla corretta rieducazione della deglutizione.

Da ricordare che il mal di testa è sempre è comunque un effetto, e che spesso abbinare diversi consigli di quelli elencati qui sopra serve ad amplificare i risultati ottenuti.

Spesso, ad esempio, è sufficiente staccare la spina, muoversi, respirare correttamente e bere un paio di bicchieri d’acqua per migliorare sensibilmente la situazione nell’immediato.

I rimedi sono davvero semplici, gratuiti e alla portata di tutti. Quello che posso consigliarti è di trovare del tempo per te stesso, per dedicarti a quelle attività che ti fanno stare bene e che ti permettono di ritrovare il tuo equilibrio. Cerca di volerti bene perché, come dico sempre, di corpo ne hai uno soltanto, prenditene cura!

Facebook Comments

In this article