118

Le neomamme lo sanno: separarsi dai propri cuccioli, quando hanno poche settimane di vita, anche se si tratta di doversi allontanare per poche ore, è davvero dura. Se è il lavoro...

Le neomamme lo sanno: separarsi dai propri cuccioli, quando hanno poche settimane di vita, anche se si tratta di doversi allontanare per poche ore, è davvero dura. Se è il lavoro a richiedere la presenza della mamma fuori casa, o un’altra “incombenza” obbligatoria, non rimane altro da fare che organizzarsi con nonni, baby sitter, asili nido, partner disponibili, e imparare a convivere con il proprio dispiacere… Ma se non è il dovere a spingerci ad affidare il nostro bambino ad altri, bensì il desiderio di riuscire a ritagliarsi uno spazio per sé, per dedicarsi una coccola o prendersi cura del proprio benessere psicofisico, allora il senso di colpa rischia di diventare insopportabile. E finisce quasi sempre per avere la meglio, spingendoci ad abbandonare l’idea di svolgere qualsiasi attività senza nostro figlio, rimandando tutto a quando il bambino sarà diventato più grandicello.

Ecco allora che in questa fase di simbiosi mamma-bambino risultano particolarmente gradite alle donne tutte quelle proposte che consentono loro di uscire di casa con il bebè e di svolgere delle attività piacevoli insieme. Di qui il moltiplicarsi di appuntamenti in cui la mamma e il neonato sono i protagonisti: corsi di massaggio neonatale, corsi per portare il cucciolo nella fascia, corsi per leggere ai bambini di pochi mesi di vita, corsi in cui si ascolta la musica ecc. E ancora, corsi che prevedono una leggera ma rigenerante attività fisica per la neomamma, in compagnia del bebè.

bimbo nella fascia

Tra queste ultime proposte, ci sembra particolarmente interessante il programma di allenamento denominato “Mamma e bebè dansyng“, un format pensato esclusivamente per le neomamme, che ha l’obiettivo di agire sia sul piano fisico, per aiutarle a recuperare la forma dopo la gravidanza, sia su quello psicologico, restituendo loro un po’ di serenità e benessere.

Le lezioni di “Mamma e bebè dansyng” derivano dalla nota disciplina Dansyng, ideata dai trainer Paolo e Giulio Evangelista, che propone una stimolante combinazione di Ballo e Canto all’insegna del divertimento. Durante la sessione di allenamento le mamme indossano fasce o marsupi porta bebè e tengono strette a sé il proprio bambino mentre svolgono i semplici esercizi. I benefici sono sia per i piccolini, che si sentono al sicuro e protetti dalle loro mamme, sia per le donne, che finalmente possono praticare un po’ di sana attività fisica senza sentirsi egoiste. Inoltre il peso del bambino agisce come resistenza e permette di andare a tonificare i muscoli interessati.

Durante la lezione di dansyng si canta! E ascoltare la voce della mamma è per i piccoli un ulteriore fonte di piacere e rilassamento. La relazione tra i due ne esce rafforzata, assicurando un momento di fusione, tenerezza, scambio comunicativo e divertimento, come assicura in questo articolo Geny Ciriello, che racconta la sua esperienza come den coach, ovvero istruttrice dell’attività dansyng.

Mamma e bebè dansyng: un video dimostrativo

Per informazioni: www.dansyng.com

Commenta con Facebook

Commenti