570

Ormai da anni è scoppiata la moda del funzionale e tante sono le grandi palestre che offrono corsi o programmi di allenamento al riguardo. Se è vero che chiunque può fare Functional – e, credetemi, è vero – è altrettanto vero che per insegnarlo serve… metodo!

Il metodo oggi esiste e si chiama Crossout Functional Training®, un programma completo
di formazione continua e progressiva, con un percorso di certificazione nazionale riconosciuto, suddiviso in tre livelli (junior, senior e master trainer) e Workshop tematici sull’uso dei diversi attrezzi funzionali e sulle tecniche per il Bodyflow, ai quali possono partecipare “semplici” atleti e allievi per imparare sempre nuovi movimenti a corpo libero, ma anche istruttori e professionisti del settore, per perfezionarsi e aggiornarsi sulle metodologie e sulle novità della disciplina.

Consulenza ad ampio raggio
Il Crossout Functional Training®, nato dall’esperienza e competenza di Pierluigi Mauro, oltre alla formazione, offre un servizio di consulenza per organizzare, allestire e attivare operativamente un settore funzionale in un qualsiasi tipo di struttura (sopralluogo e valutazione del potenziale logistico degli spazi, supporto per la dotazione tecnica e l’acquisto degli attrezzi, training in sede e supporto formativo a distanza per il personale). A questo si aggiunge anche un’attività di maintenance, attraverso percorsi di Training Updating, per garantire a istruttori e strutture un continuo aggiornamento sulle tecniche del settore funzionale, massimizzando gli investimenti realizzati, mentre chi si allena in palestra può contare su trainer capaci e attenti.

Ad organizzare workshop, eventi e seminari in palestra, al parco, in un capannone o anche in un garage (non è la location, bensì il metodo a rendere la pratica “funzionale”), accanto a Pierluigi, troverete me, Fabiana: ieri e per sempre sua allieva (perché nel Crossout non si finisce mai d’imparare, ormai lo avrete capito) e oggi anche trainer e titolare, insieme ai miei soci e compagni di mille avventure (tra cui la Spartan Race), di una “funzionalissima” palestra a misura d’uomo situata nella zona nord di Roma, la cui ambizione è quella di specializzarsi nel settore e diventare punto di riferimento per il Crossout.

Proprio mettendo in pratica gli insegnamenti del metodo Crossout Functional Training®, nel giro di un anno dall’apertura della struttura, con la collaborazione di otto preparatissimi istruttori, ho visto nascere e prendere forma un gruppo di allievi, i miei atleti – come mi piace chiamarli: uomini e donne di ogni età e professione, che non “vivono di palestra”, ma che con curiosità si sono avvicinati alla nostra offerta formativa e ci hanno dato fiducia, scegliendo di allenarsi con noi in sede o alla “Jail”, un Box dal nome evocativo, attrezzato per l’allenamento funzionale, che “trasuda”, come chi lo frequenta, passione ed entusiasmo ad ogni WoD che facciamo – vedere per credere!

Fatica e divertimento
In ogni lezione, a esercizi e movimenti a corpo libero, il functional training, appunto, abbiniamo tecniche per il corretto utilizzo di tool, attrezzi che in palestra chiamiamo kettlebell, clubbell, Bulgarian bag, mentre nella vita di ogni giorno conosciamo con il nome di sacchetti della spesa, scatoloni, carichi pesanti e con i quali ci confrontiamo tutti in un modo o in un altro… nel modo giusto per il nostro corpo.

La palestra, però, come la vita in generale, non è fatta solamente di pesi e fatica, ma anche di divertimento: ecco, quindi, che tra uno Swing e uno Skorpion, il nostro Good Morning si vede anche in un torneo di Beach Volley, un percorso ad ostacoli tra balle di fieno e copertoni di trattori, senza dimenticare una sana corsetta nel parco, la domenica mattina, in Interval training, che organizziamo periodicamente, per rendere i nostri weekend allegramente funzionali.

Commenta con Facebook

Commenti