Facciamo il punto su tutto ciò che abbiamo visto e apprezzato a Rimini Wellness 2017, la fiera del fitness più rilevante in Italia

Idee, realtà, opportunità: quest’anno all’appuntamento con Rimini Wellness,
la fiera più importante del fitness e wellness italiano che si è tenuta dal 1 al 4 giugno a Rimini, si è respirata un’energia positiva che lascia spazio a rosee prospettive per il futuro del settore. Le aziende hanno presentato prodotti – corsi, metodi o attrezzature – dimostrando di avere una gran voglia di fare e di innovare.

Spicca Reaxing by Matrix Fitness Italia (distributore italiano), una rivoluzione nell’allenamento neuromuscolare: tramite strumenti come la Reaxboard, una sorta di pavimento “intelligente”, e la Reaxchain, una catena di anelli flessibili utilizzabile in svariati modi (attrezzature insignite dell’Innovation Award al FIBO 2016 e 2017), si spingono corpo e mente a reagire a determinati stimoli (impulsi dati da luci, suoni, stimolazioni tattili e/o interferenze motorie improvvise), somministrati in modo graduale e controllato a chi si allena, con azioni biomeccaniche, biochimiche e biofisiche. Un metodo per allenare i sensi e migliorare le performance, rivolto agli atleti ma anche a chiunque si avvicini all’attività sportiva, bambini compresi.

Matrix si presenta a Rimini anche con il metodo HIIT Ballet, ideato dal ballerino e coreografo Josè Perez, un mix di danza classica (per tutti)
e fitness, da effettuarsi su una particolare pedana, che tonifica e allena i muscoli propriocettivi.

Per gli amanti del TRX®, arriva TRX® BOX, un’esclusiva area di allenamento funzionale pre-confezionata di 80mq costituita da una struttura con attrezzi, accessori, soluzioni di ancoraggio, decorazione murale e pavimentazione e acquistabile dai centri fitness e dai personal trainer TRX® addicted.

L’allenamento breve e intenso piace, come dimostra l’interesse per 7urning, un programma costituito da 7 stazioni di esercizi a circuito (training cardiovascolare, forza, resistenza, velocità, potenza, destrezza, agilità, equilibrio) e in successione tra loro, ognuno della durata di 7 minuti, supportato dall’ausilio di proiezioni video immersivi e virtuali proiettati durante il training.

Rowing e “scale” per allenare tutto il corpo

Tra i macchinari, spopolano rowing, bike e “scale”: Technogym  punta su Skillrow, che simula il canottaggio in acqua, e MyCycling™, il nuovo macchinario studiato per l’indoor training dedicato ai ciclisti da strada, mountain bike e bici da crono. Canali System ha invece presentato le nuove macchine, ideate dal professor Vincenzo Canali, che propongono un nuovo concetto di allenamento dove l’attrezzo si muove insieme alla persona accompagnandone i movimenti del corpo, in particolare del bacino, in modo da evitare traumi alla colonna e problemi articolari. Le “scale”, a pioli o a gradini (Jacobs Ladder Cardio Machines, Laddermill Ascender e Treadwall by Brewer, ClimbMill by Matrix), allenano intensamente gambe e/o braccia, anche di chi ama scalare.

Presentati i corsi della nuova stagione

Le grandi aziende del settore hanno presentato i corsi della nuova stagione: Virgin Active ha mostrato in anteprima mondiale Water Grid, un allenamento in acqua ad alto impatto, e una serie di masterclass “powered by Fitbit”. Les Mills si conferma con la propria missione: far innamorare del fitness e portare chiunque – o quasi – a muoversi. Sh’bam, Bodystep, Bodyattack, Bodyjam, Bodycombat, Cxworx e l’amatissimo BodyPump (lo scorso gennaio si è celebrata in tutto il mondo in contemporanea la 100ma edizione di BodyPump™, per il 25°anniversario dalla nascita) sono andati in scena sul palco di Reebok/Les Mills con i migliori presenter internazionali.

Il palco Reebok Les Mills a RiminiWellness
Il palco Reebok Les Mills a RiminiWellness

Reebok, tra le tante discipline, punta ancora una volta sui training del partner Crossfit®, dai WOD adatti a tutti alle Clinic più specifiche fino ai protocolli per gli atleti (come quello ideato per Dominik Fischnaller, azzurro campione dello slittino). A Rimini non sono poi mancati il Piloxing, tecnica in ascesa (proprio in questo periodo si stanno tenendo in Italia i corsi istruttori) e lo Zumba® nella sua versione Strong, per chi è alla ricerca di un allenamento più intenso.

Boxe e trampolino entrano in acqua

Le discipline acquatiche proposte si concentrano su tutta una gamma di attrezzature utilizzabili in piscina: si va dai pali di Acquapole, ideatore anche di protocolli specifici, a tutta la gamma di Aqquatix, tra cui i trampolini elastici che si differenziano da quelli di altri marchi perché, quando non utilizzati, possono essere impilati l’uno sull’altro, con notevole risparmio di spazio. Il filone boxe approda in piscina in tutte le sue discipline: Dorman Racines, guru del bootcamp, ha rivisitato gli allenamenti all’asciutto presentando Boxing Splash, un mix di musica, kick boxing e sparringball con tempi acquatici.
Ma a fare da padrone sono le pedane (o tavole) che costringono a un allenamento intensificato a causa dell’instabilità data dalla superficie dell’acqua: Reax Raft Loating Board by Matrix e Fitness Board per svolgere gli esercizi del Fit Paddling, nuova disciplina che si basa sui principi della propriocettività.

Nuove frontiere dell’elettrostimolazione

La nuova frontiera dell’elettrostimolazione (Miha Bodytech, Urban Fitness) propone allenamenti brevi (20 minuti, da effettuare 1 o al massimo 2 volte a settimana in centri specializzati che adottano il metodo) che coinvolgono tutti i muscoli del corpo.
La contrazione muscolare attiva, con movimenti volontari, e passiva, determinata dagli elettrodi, permette di ottenere una buona condizione fisica in poco tempo. Una versione senza fili è quella di AQ8 System.

Alimentazione: la tendenza è Vegan

Per quanto riguarda il settore alimentazione, la tendenza è sempre più quella di andare verso il naturale o, addirittura, il “vegan style”: Enervit, sul filone della Positive Nutrition, propone i nuovi prodotti della linea Gymline Muscle adatti anche ai vegani perché composti esclusivamente da proteine di origine vegetale. Pro Action, accanto alla gamma di integratori pensata per gli amanti del CrossFit (la linea ProAction Rep Crusher), propone una serie di prodotti certificati Vegan Ok.

Il futuro del fitness è in streaming

Ma RiminiWellness non è solo movimento. Tanti sono stati i convegni e gli incontri per parlare del presente e del futuro del fitness. L’appuntamento della startup Flitfit, nata in collaborazione con EasyRay e Microsoft, ha destato molta curiosità: l’innovativa piattaforma software/hardware permette la trasmissione in streaming delle lezioni di fitness, mentre il Flitfit Live Streaming Store mette in vendita i grandi eventi, con modalità simili a quelle degli store di Microsoft, Apple, e Google.

Nel contesto di una vita sempre più frenetica dove tener fede agli impegni, specialmente quelli che riguardano il “tempo libero”, diventa sempre più complesso, gli operatori del settore, i trainer e i gestori dei centri fitness possono dare la possibilità ai propri clienti di seguire le lezioni anche in diretta streaming o in differita tramite i fitness podcast.

Nell’ambito di RiminiWellness si è tenuto anche il convegno Anif (Associazione Nazionale Impianti Sport & Fitness) sulla Riforma per lo Sport Dilettantistico a cui il pubblico ha partecipato numeroso, per fare il punto e discutere sulla situazione della proposta di legge.

La cultura in movimento

Un’altra tendenza “fuori” dalla palestra che sta prendendo piede è quella della visita culturale della città con allenamento abbinato. Un format che sta approdando in molte località italiane e che a Rimini è stato portato da Max Grossi, ideatore di HEAT Program, che ha organizzato una camminata notturna per il centro storico: il silenzio della sera, intervallato solo dalla voce che arrivava ai partecipanti in cuffia, ha entusiasmato i presenti.

Il Bodybuilding si fa Natural

Concludo parlando di un’altra novità, il “caro vecchio” bodybuilding firmato IFBB Italia e Panatta sono tornati in fiera con un intero padiglione. Quello che si nota è un approccio sempre più soft alla disciplina. Sono praticamente scomparse (o comunque molto circoscritte) le montagne di muscoli che sapevano tanto di artificiale e forzato, per lasciare il posto a persone appassionate di una cultura fisica sana e davvero “fit”.

Commenta con Facebook

Commenti