Mastodontica, futuristica, appariscente, vertiginosa. Tanti gli aggettivi che ci vengono in mente per descrivere “Vessel“, una struttura a forma di alveare in progetto a New York, una nuova “torre” su cui salire per poter ammirare il panorama mozzafiato della City.

Dal sito di Repubblica leggiamo che l’opera, realizzata in acciaio inossidabile, bronzo e cemento, sarà alta 46 metri circa e larga 15 alla base, e che rappresenterà una sorta di “palestra all’aperto” per tutti. La struttura, infatti, è pensata per accogliere 2500 scalini e più di 154 rampe di scale. Un vero allenamento bruciagrassi per coloro che decideranno di arrivare fin sulla vetta!

La zona in cui è prevista la costruzione di “Vessel” è il versante occidentale di Manhattan, dove sorgerà anche un parco e un nuovo complesso residenziale e commerciale.

Vessel sarà completata nel 2018

Si reputa che il grande e suggestivo alveare, concepito dallo scultore britannico Thomas Heatherwick, sarà pronto nel 2018. Ma l’opera è già in fase di realizzazione, perché le sue componenti sono in fase di produzione in Italia, precisamente a Monfalcone, in provincia di Gorizia. Successivamente i vari pezzi saranno assemblati in America.

Un nome importante

Un’ultima curiosità: perché la scelta del nome “Vessel”, che sta per “vaso sanguigno”? A noi sembra indovinata. Provate a immaginare un flusso ininterrotto di persone, dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso, che si muovono come formichine lungo l’estensione di questa enorme scultura. Su e giù, giù e su, instancabili. Una circolazione che non ha mai fine, proprio come quella, preziosa, che avviene nel corpo umano.

Commenta con Facebook

Commenti