Il 27 maggio a Milano arriva la prima Virgin Urban Obstacle Race, una corsa tutta speciale che porta gli allenamenti funzionali proposti in palestra in un contesto “urban”. L’evento, presentato presso la Virgin Active Collection Milano Corso Como, è stato ideato da RCS Sport – RCS Active Team in collaborazione con Virgin Active, con l’intento “di replicare gli allenamenti in palestra in un contesto outdoor”, ha spiegato Luca Valotta, Presidente Virgin Active Continental Europe.

“Il legame sia con l’allenamento funzionale che con il running è molto importante per Virgin Active, perché ci consente di essere una voce autorevole in due ambiti, quello del training funzionale e della corsa, che contano un’ampia base di appassionati di tutte le categorie sociali e demografiche, con una diffusione pressoché omogenea su tutto il territorio nazionale.”

In uno scenario d’eccezione, quello del Parco EXPERIENCE Milano, nell’area che ha ospitato l’Expo, i partecipanti della Virgin Urban Obstacle Race si sfideranno su 7 chilometri di corsa intervallati da “ostacoli” da superare costruiti con diversi materiali, sia naturali sia industriali, ed esercizi funzionali che ripropongono alcuni programmi di allenamento dei villaggi fitness svolti sulla piattaforma “Grid” (come Plyobox, cubi di legno su cui effettuare salti pliometrici, gli attrezzi del Queenax, che indoor trasforma lo spazio in un “parco giochi” dove soffitto, pavimento e pareti diventano supporti per il training, kettlebell, corde, pneumatici, monkey bar, la scala orizzontale da “scalare” con la forza di braccia e addominali).

Virgin Urban Race

Si parte a scaglioni di 10 persone, in rapida successione, con un warm-up dal quadrato iniziale del “Grid”, che sarà protagonista anche durante la gara con il penalty grid, un quadrato di dimensioni ridotte dove, chi non riesce a superare gli ostacoli, sarà costretto a compiere un Donkey Kicks, esercizio di penalità dello Zuu (allenamento proposto dai club Virgin Active). Vince chi effettua il percorso nel minor tempo, calcolato anche in base alle penalità accumulate.

Gli ostacoli che i partecipanti dovranno superare durante la Virgin Urban Obstacle Race verranno svelati da qui al 27 maggio sui canali social dell’evento, con brevi video dove i tecnici Virgin Active spiegano la tecnica per superarli al meglio.

Virgin Urban Race

Intanto, nei club della catena sono già iniziati gli allenamenti per i soci che, guidati dai trainer, parteciperanno alla gara. “Siamo partiti da diverse tipologie di allenamento, da quelle più funzionali indoor, con esercizi di pesistica e gesti della ginnastica artistica, ad altre esterne in cui sfruttiamo l’ambiente urbano, con un mix di corsa a varie andature”, spiega Paolo Zotta, V-trainer. “Stiamo effettuando un allenamento graduale, con proposte alternative per chi ancora ha difficoltà a completare certi movimenti. Mediamente le persone si allenano due o tre volte a settimana”.

Le iscrizioni sono aperte e si possono effettuare dal sito dell’evento www.urban-obstaclerace.it

Commenta con Facebook

Commenti